l'alba dentro l'imbrunire

Home » recensioni non ragionevoli » che bordello sti gogol

che bordello sti gogol

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

tutto nacque poco più di un anno fa da un invito dell’amico felix. scrisse così:

parto per parigi e torno giovedì nel tardo pomeriggio. siccome non avrò un cazzo di voglia di cucinare… vado a farmi una buona pizza. chi viene con me?

dopo un giro di pareri la situazione era ancora incerta. fu fuliggi a dare una spinta positiva: potrei riassumere la situazione odierna di questo gruppo con una frase di un mito: “le cose sono nella norma, si va sempre verso una lucida pazzia!”

intervenne allora rotella a dire la sua. argomento pizza giovedì: io se riesco vengo…ma poi comunque volevo andare a vedere i gogol bordello a monluè (8 euri) qualcuno è interessato? baci baci. ro

è stato in quel frangente che ho scoperto l’esistenza di questo gruppo. e mi interessarono più per la conversazione che seguì che per altro. e per un anno mi sono rimasti in testa in stand-by.

ecco cosa si disse.

myskin: i gogol bordello, figata…ma quando? domani? no, che disdetta! proprio domani sera ho un impegno. devo vedermi con una persona. peccato.

rotella: si si domani…ma non mi prendi in giro vero?

myskin: io prenderti in giro? ma scherziamo? oh raga, domani sera suonano i puskin puttanaio…ci andiamo? sembra che in scaletta ci siano anche le tre canzoni che li hanno resi celebri:
– pandemonio
– caos
– scompiglio

matte: mitici i puskin puttanaio li ho visti quando facevano da supporter ai tolstoj lupanare …magari vengo con te.

myskin: minchia c’eri anche tu quella sera?

rotella: beh devo dedurre che mi state prendendo per i fondelli? vi ricrederete… comunque è un genere punk-balcanico, molto divertente… una specie di bregovich punk… imperdibili sopratutto per ballare come i pazzi… io sono ancora giovine per farlo… a parte stasera che ho l’ombelico che me lo impedirà :-)). vi piacerebbero un sacco!!!

myskin: esiste un genere punk-balcanico??? e io non so niente. sono pronto per la baggina.

taco: certo! solo tu non lo conosci..è un genere nato nei bassifondi di macciupicciu, sulle ande, io lo so perché lo seguo dai primi interpreti… sai che mi trovavo lì per le solite vacanze no??

fu così che non andammo. e rimasi con quell’est europeo in testa a chiedermi se mi sarebbero piaciuti. la pizza mi piacque però.

poi l’altra sera. idroscalo. concertone. io fuliggi e rotella all’attacco. affondo sulla fascia sinistra, sguardo sulla cassa, rotella scatta avanti bypassando gli avversari, punta i piedi sul muro della cassa all’ingresso, passa l’intesa con un’altra bonazza e il biglietto è nostro alla faccia di tutti quelli che stavano facendo la fila. ed erano tanti.

e il concerto? tanti pensano che i gogol bordello siano dei pazzi. beh lo sono. ma sono geniali e sono per tutti. ho visto giovani e vecchi e qualche passeggino. bambini sulle spalle del papà e fattoni. ma cari miei, era proprio un bel ballare e un ascoltare divertito.

puškin e tolstoji sarebbero stati contenti. ce la siamo spassata un sacco con i gogol!

Annunci

4 commenti

  1. Sammy ha detto:

    sono rimasto l’unico a cui non piacciono…?

  2. neru ha detto:

    no! non credo! però c’era tantissima gente. anzi molti non li conoscono neppure!

    oh sammy finalmente qualche gusto che non condividiamo! 😉

  3. Bucky ha detto:

    ma come non li conosci?? erano pure nella colonna di quel film lì, come cazzarola si chiama, quello bello con unasolaespressionepertutteleemozioni frodo.

    andato a cercare, “ogni cosa è illuminata”! bel film, recuperalo

  4. neru ha detto:

    ma sai che giro intorno a quel libro e a quel film da una vita? mi dovrò decidere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: