Dedica con titolo

di Danilo Reschigna

Lui, incontra lei, e lei, incontra lui: lei incontra lui, e lui incontra lei.
Lui, non si conosce ma conosce lei: la donna conosce se stessa e ha scelto lui.
L’uomo maturo finalmente è tornato, ed è tornato bambino: Maria ha partorito di nuovo.
Giuseppe ora sorride felice, e la casalinga Maria ora non piange.
Giuseppe è falegname.
Giuseppe, è falegname guadagna poco. Guadagna poco e picchia la moglie. Ma guadagna poco, perché picchia la moglie o picchia la moglie, perché guadagna poco? Ed è sempre ubriaco.
Ma perché è sempre ubriaco se guadagna poco?
Questa è una domanda cretina.
“Cretina! Scema! Deficiente!”
Maria Assunta, detta anche Assuntina, piange di nuovo.
Piange, e prende un coltello: taglia la carne, taglia la corda, un taglio al passato, un taglio profondo, un taglio al costato.
Ad ognuno, una croce.

cropped-nuvolecampsbay_21.jpg

da “Non mi ricordo il titolo. Ventuno racconti”

p.s. tutte le virgole sono state mantenute inalterate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...