l'alba dentro l'imbrunire

Home » 2011 » giugno

Monthly Archives: giugno 2011

Domani 5 giugno

Tutti ci avrebbero scommesso e nessuno ci avrebbe creduto.

Dal canto mio ho deciso di prendere le vie laterali e di arrivare lì dove volevo arrivare. Non sapevo se saresti stato tu. Ho pensato solo che se eri tu era meglio.

E ora effettivamente è meglio. Ed è meglio soprattutto quando è peggio perché in amore e serenità siamo tutti felici.

Questo è il tempo dei sì. Ed era ora. Perché dire sì per qualche ragione è vita; da vivere, come verrà, per giocare le proprie carte.

Ho i miei assi in mano. Sono sulla riva di un ruscello e ti sento parlare. L’acqua scorre, si porta un fiore e bagliori fra le foglie; calo la mia carta, la lascio al suo destino. Vedi, apro le mani. Sono qui, guardami, domani sarà per noi.

Annunci

Preprativi

 

Non ho niente da offrire se non me stessa, sempre. Non è che qualcuno possa decidere se è tanto o poco. Questo è. Come quando si dice le cose stanno così. E le cose stanno proprio così.

 

C’è stato un tempo in cui ero piccola e pretendevo cosa aspettarmi. Ho pianto tanto allora per essere quella che sono. Non è facile diventare grandi, e inseguire sogni di latta. Sembra più facile puntare a quelli patinati ma poi secondo me la paghi. Nei sogni di latta poi metterci fiori di campo. A volte la gente ride e non si accorge che stai sorridendo. C’è un tempo per tutto anche se tutto è vanità.

 

Ma quello che voglio dire è che ho sempre me.

Se mi guardi ora vedi una donna distrutta e indaffarata ma se mi ascolti sono una sposa felice e spensierata. Non importa cosa pensate di me, importa che mi pensiate e pensatemi ora se potete tutto il resto è vanità.

Vi auguro ogni bene e ogni felicità.

Il mio viaggio per ora mi porta a Padova e Parigi.