l'alba dentro l'imbrunire

Home » on the road » lonely planet: parliamone

lonely planet: parliamone

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

sì cari amici parliamo delle guide che impazzano in italia. altrove non so.

prliamone e diciamo la verità: fanno cagare.

passi la guida dell’anno scorso sulla normandia. anzi facciamo che proprio stendo un velo pietoso sulla descrizione dello sbarco degli “alleati”, facciamo che eliminiamo tutta la parte storica. evabbè, direte voi, le lonely planet sono famose per i locali e i posti davvero in. evabbè un corno.

la guida di quest’anno sul nord della spagna era da bruciare. non fosse che sono contro le pratiche medievali di quart’ordine.
c’è un fatto a sua discolpa. a discolpa di chi l’ha scritta: gli anglosassoni emigrati non vacanzano come noi latini. gli anglosassoni emigrati non godono come noi italiani delle cose di gite e vacanza. non godono come noi. punto.

Annunci

7 commenti

  1. virginiamanda ha detto:

    Diciamo però anche che gli italiani non sanno scrivere una collana di guide altrettanto intelligente e basso profilo…
    Per il resto sono d’accordo, le lonely che io ho usato (Spagna e Balcani) sono piene di quello stupore che ha l’anglosassone quando vede bellezze artistiche a cui non è abituato, è tutto amazing e tutto ti lascia senza fiato.
    Noi siamo un po’ più abituati a certe bellezze e siamo un po’ più scafati.
    Detto questo, ribadisco, non ho trovato finora un’alternativa valida (nel senso di posti economici, e trucchetti per spendere meno, mentre per la parte storico-culturale non vanno neanche lette)…
    Routard? Geoguide?

  2. Elis ha detto:

    touring club forevvah!

  3. neru ha detto:

    virgh hai colto nel segno. le lonely sono soprattutto scrite da americani che vedono l’europa con occhi yankee e per noi non va decisamente bene. non solo la parte storica fa schifo ma anche i posti che dicono belli a volte sono qualcosa di assolutamente…boh, normale? niente di speciale?
    sìsì non esistono guide con trucchetti e commenti sgamati. no-. bisognerebbe pesarci su. un’idea. una di quelle che ti risolvono molte cose.

    elis la guida verde [finché il touring mantiene quel colorino] va bene per le cose d’arte ma non pr trucchetti o sgami. (mi pare di aver boicottato un incontro skype tesora ma impegno improvviso fu galeotto. stasera ci riprovo. intanto scusasse!)

  4. The quantum death cat ha detto:

    vi è mai successo che se fate un viaggio itinerante con una lonely planet che alla fine reincontrate più o meno sempre le stesse persone?

    troppo globalization!

    S.

    ps.
    bentornata Neru

  5. neru ha detto:

    death cat ti rispondo sinceramente: no.
    mi capita di trovare qualcuno che conosco ovunque anche senza lonely e per fortuna!
    basta con queste guide che tanto non leggete e che sono un pacco mostruoso!
    guarda…meglio i blog che parlano di un posto!

    grazie caro. bentornato anche a te… ma da dove? mosca? berlino? dove? ma che stai a fare?

  6. The quantum death cat ha detto:

    no,
    * io intendevo quelle situazioni in cui, lonely planet alla mano, magari ti ritrovi a Praga e vedi una pletora di gente sconosciuta
    * capiti a Kutna-Hora e in mezzo ad un’altra pletora di gente ignota qlc faccia ti pare nota e l’annoti
    * passi per Brno, e oltre a incontrare Valentino Rossi in città per la MotoGP, ritrovi nella folla le facce che ti eri annotato
    * poi finisci a Bratislava e quando le facce note ti si avvicinano e tu pensi “m’avranno riconosciuto pure loro” ti chiedono: “lei è del posto? dovrei andare a …” e tu scoppi a ridere! 😀
    e fortunatamente il tuo lato scherzoso non risponde al posto tuo inviandoli chissà dove dal momento che in mezzo a quel giardino che è la Carinzia te li ritrovi in fila a far benzina allo stesso distributore!

    😀

    S.

  7. neru ha detto:

    il problema con te death cat è che tu vai ovunque e conosci chiunque. con te non vale! considera che lavori pure nei trasporti! ma fatti un esame di coscienza eh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: