essere blogger

io dico che è troppo vero! qui.

Annunci

10 pensieri su “essere blogger

  1. IO dico che mi ricorda Tu-Sai-Chi (aver letto Harry Potter 7 in due giorni non ha minimamente influito nella mia risposta al tuo post)

  2. bucky un quadernetto! mi sembrava caruccio. è che l’altro era troppo grigio anche se è il migliore che abbia mai avuto. mah!
    quinta elementare direi. non era che le righe diventavano più piccole mentre tu diventavi più grande?

    elis chi? chi? non capii. senti ma accetti un mea culpa?

    grazie willy, vedo che mi conosci eh! 😀

  3. Sai che c’è? c’è che ho trovato quel post un po’ “sputasentenzioso”, anche se centra molti punti tra quelli che elenca. Però mi è apparso trattare gli argomenti in modo scontato e, a tratti, superficiale (parlo dopo aver letto anche altri post).
    Parlando dal mio limitato punto di vista, devo dire che l’analisi riportata, povera di spunti nuovi o mai sentiti, mi ha indotto a leggere altri post, se non altro per non commettere un peccato di frettolosità liquidatoria: il risultato è stato, ahimé, di confermarmi nella prima impressione.
    Inoltre, una cosa che cerco di approfondire sempre sui blog tenuti da blogger maschi è l’atteggiamento rispetto alle donne e qui, sempre a mio modestissimo avviso, la delusione ha finito per trionfare: intendiamoci, non ci sono riferimentio offensivi o da troglodita, solo affermazioni che rimandano ad un’idea vecchia, scontata, pure un po’ melò del femminile.
    Ma io sono una cacacazzi, si sa.

  4. tereza stasera ero in fila in macchina; la strada ha alcuni attraversamenti pedonali con tanto di semaforo a chiamata. purtroppo ero in fila ferma e guarda caso proprio in mezzo a un passaggio pedonale. un tizio in bicicletta nel frattempo ha chiesto il verde che è arrivato abbastanza presto mentre io ero ancora ferma in mezzo. il tizio passa, nel frattempo sopraggiunge un altro ciclista che mi urla dietro di non fermarmi la prossima volta sulle strisce aggiungedo un quanto sono oca. dal suo punto di vista aveva ragione. l’ho guardato, l’ho osservato, ho rimangiato le parole che mi stavano nascendo dentro, quando se n’è andato ho sorriso.

    detto questo non penso che kaos abbia un’idea femminile e maschile scontata. trovo che sia un genere, un genere interessante a modo suo.

    e poi credo di aver capito una cosa: i maschi non sono noi e noi stesse a mala pena ci capiamo, forse dovremmo farci capire di più e pretenderlo anche. ma che parta da loro un atteggiamento illuminato bè è proprio una cosa preziosa.

    a me che ci siano delle cacacazzi in giro fa solo piacere e francamente spero di esserlo anch’io.

  5. Mi sono accorto solo oggi del link! Grazie 🙂
    Il post che ho scritto è nervoso, arrabbiato, frettoloso, superficiale e noioso.

    E’ vero, me ne sono accorto rileggendolo. Avrei dovuto prendere i miei due capi d’accusa a cui si ispira il post per citarli e dire quello che pensavo in modo chiaro e diretto.

    Invece ho preferito generalizzare. Io sono cresciuto e ho vissuto per molto tempo in un ambiente di blogging molto competitivo, finalizzato alla sola notorietà. Uno schifo, per intenderci.

    Sul maschilismo dei punti, ti sbagli: pensa che sono rivolti a due uomini, due ragazzi molto noti che fanno blogging.

    Il mio blog è poco commentato. E’ piacevole leggere pensieri più o meno negativi su di me qui.

    La cosa che mi stupisce è che nessuno abbia provato a vedere della verità in quei contenuti, anche parziale.

    Attaccare l’autore prima ancora di ciò che scrive è un vizio del lettore pigro che si forma un’idea scorrendo le parole con gli occhi e immaginando il peggior feedback possibile.

    Grazie! 🙂 Alessandro

  6. qui niente competizione e niente notorietà, così benvenuto!
    perché non è maschilista se è rivolto a due uomini?
    scusa ma io chi sono? c’ho visto della verità e l’ho scritto! epperbacco!
    cmq tereza non mi pare proprio un lettore pigro e l’ha proprio scritto. magari non vi capite.
    senti maaaa se ripassi di qui, a questo punto e visto che sono curiosa very “insaid”, tu hai una visione melò del femminile? cioè dico, che visione hai? la madonna, le tette, la poesia? cosa?

    ad ogni modo grande lusinga per il tuo commento! ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...