ma perché eliminare la classe media?

in italia si sta facendo di tutto per eliminare la classe media e si sa i poveri alimentano i ricchi nella liquidità e nello spirito. ma perché ci va bene? ché così come stanno le cose è evidente che ci va bene.

intanto io sputo per terra, alzo lo sguardo, mi giro e apro la porta. lo so davide, fai bene a restare. resterò anch’io. non chiedermi di chiudere quella porta. ho la nausea. sallo.

Annunci

12 pensieri su “ma perché eliminare la classe media?

  1. no, il vero problema che non sanno ancora di diventare povere.

    ho una mia teoria sul fatto che le cose ci vadano bene, a me no ma a parte scrivere sto pensando di entrare in un come dire… piccolo gruppo che si occuupa di politica ad esempio. se non è come tuti i mie altri progetti che vanno in fumo. Tipo popolo viola, o magari ai vecchi amori come i radicali. Comunque io resto (se intendi in italia) perchè sono una vigliacca. Non cambio strada, figurati paese 🙂

    • faccio anch’io politica come posso, cerco di essere nel cambiamento, spesso con scarse soddisfazioni, ma non me ne vado per un motivo diverso dal tuo: questo è il mio paese, anche il mio, non solo il loro.

  2. crimilda (sono ancora indecisa se abbreviare in crimi o hilda -ché poi mi fa venire in mente quella hilde di de gregori, non so se la conosci-) non credo sia vigliaccheria, credo si tratti di resistenza. dici che non lo sanno? o non lo vogliono sapere o s’illudono? davvero non lo sanno? o gli fanno credere di stare bene? cosa? cos’è che non si capisce ancora?

    willy sono quelle scarse soddisfazioni che anninentano alle volte. in certi momenti penso agli ebrei che non se ne sono voluti andare dalla germania in epoca nazista perché quello era il loro paese…così, non riesco a non pensarci.
    ché poi non è il problema essere poveri. dico ma se è assodato che quando uno si separa non deve perdere il suo benessere economico… o quando dicono siamo in recessione ed è evidente la sporporzioni di opportunità accordate…
    perché? perché non lo sanno? cosa non sanno?

  3. i poveri coscienti del loro stato vogliono cambiarlo, lo considerano un problema collettivo. Dei poveri naturalmente, Si attrezzano con intelligenza e pervicacia per mutare la condizione in cui immeritatamente si trovano. Quelli che non sanno di essere poveri, i giovani ad esempio,si comportano da abbienti, pensano di avere un futuro nella condizione e attendono che arrivi. Come la ex classe media, come gli insegnanti che non sanno più come sbarcare il lunario, come gli operai, i portantini, gli impiegati, i cassintegrati, ecc,ecc.

  4. Ancora non li ha toccati davvero, fanno debiti per andare in ferie e avanti così. come in america,forse. NOn è che non lo sanno. Non lo vogliono sapere e non vogliono nemmeno farglielo sapere. Se noi non avessimo il web e se non usassimo il web nel modo giusto, sapremmo le cose? oppure staremmo a cazzeggiare con i test di fb tutto il giorno o su youtube? Chi informa oggi?

  5. willy mi spaventa la percezione distorta ma in fondo che sia distorta o no dipende dagli assi cartesiani, no?

    milla! magica crimi! ahahah! cmq sì fanno debiti per andare in vacanza, per comprarsi l’ultimo ritrovato tecnologico e nei media dicono “caspita ma se tutti vanno in vacanza allora non c’è la crisi”! avaaaanti!
    dici che usiamo il web nel modo giusto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...