l'alba dentro l'imbrunire

Home » scelti per voi » crescere è un mestiere triste

crescere è un mestiere triste

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

no vabbè i libri brutti esistono. eccome.

e si concentrano soprattutto nel periodo della crescita quando te li impongono. imporre è sempre un mestiere difficile.

però ci sono anche i libri che non ci piacciono e quelli che non ci piacciono adesso ma ci sono piaciuti prima o forse non ci piaceranno dopo se mai gli daremo una seconda possibilità. e ci sono quelli che ci sono piaciuti prima ma che adesso ripensandoci sono stati una cagata o forse chissà, la memoria a volte fa brutti scherzi ma non importa, è sufficiente per sapere se ci sarà una seconda possibilità. personalmente darei sempre una seconda possibilità. è che manca il tempo. falso. è che ormai si vuole impiegarlo in altro, sempre in altro, lasciar perdere gli errori e inventarsene nuovi anche se così si dà una mano ai vecchi errori che per farne nuovi bisognerebbe magari digerire i primi o sapere di averli commessi davvero.

capito tutto, no?

questo per dire che fulì ormai mesi fa proprio in questo blog mi consigliò il mago di cesar aira. un libretto leggero da leggere in pausa pranzo. ma quante pause pranzo possono stare in un libro che non ci piace? quanto lo spazio fra due punti.

lo trovo scritto o tradotto male. pieno di rimandi, ti spiega tutto anche l’ovvio. in una parola osceno. volevo firnirlo ma preferisco fare i grattini ai mici sinceramente.

piuttosto sponsorizzo un libro di racconti. tradotto bene. simpatico. ottima narrativa moderna, quella che segnerà un periodo storico, non la storia. troppo cinemtografico, troppo sceneggiatura. ma ormai scrivono tutti così. passerà. come passano le mode. però adesso è bello. è triste anche. è coinvolgente. soprattutto è struggente. è un libro verde blu. non è per i perbenisti. ça va sans dire.

se vi capita leggete crescere è un mestiere triste di santiago roncagliolo nato nel 1975 a lima in perù, oggi vive a barcellona.

Annunci

2 commenti

  1. fuliggians ha detto:

    de gustibus! Io lo trovai mui mui bello. se non per la traduzione quanto per lo spirito che pervade il libro e l’approccio alla letteratura che ha l’autore. E’ vero, è un libro scritto in brutta, l’autore non fa revisione, scrive a flusso continuo e non torna mai indietro, ma secondo me ha un grandissimo talento, e il personaggio che crea è nelle sue psicosi indimenticabile!
    PPRRRR!!!

  2. neru ha detto:

    nuuuu non arrabbiarti! io ho detto che de gustubus…
    però fulì tutti quei ps, tutte quelle parentesi e quelle spiegazioni dell’ovvio! dai è un macigno sulle palle! il mago pesante dovevano intitolarlo! lo so tutti ne fanno grandi recensioni. che vuoi che ti dica. se mi capitagli do una seconda possibilità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: