mici alla riscossa

è fatta, sono arrivati. non è che ci abbia pensato tanto poi. si chiamano tazio e margot.

elis dice che li chiamavano il conte e claudia schiffer, uno superiore a tutto e l’altra sempre in posa.

sono arrivati prima del previsto. sono microscopici. fortissimi però. non hanno scagazzato o vomitato per tutto il viaggio in macchina che è stato davvero lungo.

oggi mi sono seduta sul divano, sono saliti e sono rimasti a dormire sulla mia pancia per mezz’ora poi hanno messo la testa nell’incavo delle mie braccia -si dice così l’interno del gomito?- e hanno continuato a dormire, poi si sono svegliati stiracchiati e lavati, tutto sulla mia panza. poi ci devono aver pensato su pochissimo e hanno cominciato a lavare anche me a forza di leccate. o forse volevano farsi perdonare la miriade di graffietti che ho. hanno delle unghiette piccole ma bastardelle. mo’ mi faccio insegnare come si tagliano.

comunque mi sa che sono a tutti gli effetti una mamma.

ho il terrore di cosa, quanto e quando dargli da mangiare. oggi ho capito che avevano fame perché tazio mi ha sfregiato una gamba. non posso mica andare avanti così.

Annunci

12 pensieri su “mici alla riscossa

  1. stai attenta quando e se le tagli che hanno una piccola vena all’interno dell’unghia, e se le tagli troppo ti inondano di sangue (alla mia gatta un paio di anni fa si è rotta un unghia e sembrava di essere sulla scena di un film splatter, era incredibile) ma basta stare un po’ attenti e non è difficile tagliarle come si deve. al massimo prendi uno di quei ceppi di legno che servono a limarle.

  2. cara, lasciagliene sempre un po’ sulla ciotolina, di cibo, così se hanno fame si servono da soli! Come la vedi vuota, la rimpinzi!
    Sono dei mangioni ma lasciali fare, devono crescere!
    Per le unghie io l’ho sempre fatto fare al veterinario, e soprattutto dovresti prendergli un tiragraffi, altrimenti dì addio al divano!!!
    PS: sei una mamma!!!

  3. auguri per la tua nuova condizione felina e materna 🙂

    l’unico dilemma che mi persegue adesso è se sia il caso di cambiare nick, dal momento che, proprio per la tua condizione felina e materna, potrebbe scatenare in te immagini di raccapricciante orrendità

    S.

  4. parlavo del mio nick …

    mici-gatti-gatto-cat-death cat-gatto m…
    secondo me quest’immagine non ti può sconfifferare troppo,
    specialmente adesso 😀

    Death Cat

  5. usti!
    sconfiffera o sconquiffera? … mi sa tanto che hai ragione!
    anzi no, hai proprio ragione!!! USTI! Ecco perché mi suonava male. Meglio, non mi sconquifferava proprio!

    cmq
    8a nel senso che le 7 precedenti le ho bruciate?
    USTI! nn mi ero accorto di essere messo così male!

    ps.
    allattato i piccoli?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...