sono tornata

dirlo entrando con gli occhi seducenti che indagano l’ambiente.

il cuore è rimasto in sospeso mentre percorrevo il viale verso casa. ho sperato che qualcuno mi stesse aspettando.

tornare senza qualcuno che ti aspetta, è come non farlo; è un’inutile susseguirsi di istanti tristi.

seduto sulla sedia ulisse con in mano una birra.

– penelope, dove cazzo sei stata?

– a fare la spesa

– ti sei divertita e hai vissuto mentre ho arato tutto il giorno

– ho comprato storie

– e io?

– hai curato che crescesse la vita

i maschi sono sempre un poco bambini quando non li consideri per un tempo che ritengono troppo lungo. richiedono attenzioni. così quando torni, racconti e ascolti il giusto o l’attesa è stata solo un inferno di solitudini immeritate. poi tornare a vivere nel posto dove sei sempre stato. e scoprire che non sei mai stato altrove che a casa.

ho cominciato a svestirmi in corridoio.

– dai andiamo a letto

– telemaco è di là

– che senta, è ora che diventi grande. ti sono mancata?

Annunci

10 pensieri su “sono tornata

  1. No, no, va bene la sedia. Il divano è per chi si rilassa: se la aspetti sulla sedia, Penelope si sentirà più in colpa. Per il maschio il divano è il dopo battaglia. La sedia invece è dell’attesa.

  2. sammy ho un divano letto al momento; fra poco avrò: due divani, due poltrone, una cassapanca, un divanetto: ho calcolato che 12 persone si potranno sedere contemporaneamente comode comode. lo so ho pensato a una casa accogliente! ahahhaah
    sulla distinzione sedia divano sono d’accordo con gaddo!

    willy, argo scodinzola qua e là. gli piace andare per campi. voleva chiamarsi libero. eh penelope, penelope ha deciso che i tempi son cambiati e che i ruoli non si invertono, semplicemente non sono sempre gli stessi. l’importante è tornare e saper aspettare.

    giusto gaddo! a parte il fatto che penelope dovrebbe sentirsi in colpa vedendo ulisse sul divano. nono. si sente più in colpa se lo vede seduto sulla sedia in attesa. ed è vero che la sedia è l’oggetto dell’attesa bramata e un po’ colpevole. però ha anche ragione sammy, ulisse avrebbe dovuto sedersi comodo sul divano e non preoccuparsi: la birra va gustata da soli e in compagnia! e non ci dovrebbero essere battaglie da combattere ma solo spensierate attese e agognati ritorni. ma va a dire agli uomini di rinunciare alle battaglie! s’imbruttiscono.

  3. eh, il figlio.
    no non sono in cinta se è questo quello a cui stavi pensando. ahhahahah.
    e poi daaaaaiiii, non lo direi mai così!
    ma dimmi. qual è il tuo turbamento?
    dubbi? angosce? ambasce? perplessità? digame.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...