l'alba dentro l'imbrunire

Home » recensioni non ragionevoli » il perché di tutto sommato

il perché di tutto sommato

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

parte da adesso la rubrica “scelti per voi”.

libri brevi brevissimi da leggere sulla panchina nelle belle giornate di sole in pausa pranzo o quando cavolo volete -tipo sotto l’ombrellone ma mi pare ancora presto a meno che non siate, bastardi fortunelli, in uno di quei posti tipo sicilia, puglia , calafrica etc.- comunque dove volete purché vi faccia piacere e vi metta in pace col mondo o del mondo vi faccia godere la pazzia.

questo libro è dedicato all’amica scogliera, al suo corso di catalano e alla meravigliosa barcellona che presto mi avrà tra le sue vie. scandalosa! -barcellona non scogliera poretta!-

un consiglio. non li comprate, andate a prenderli in biblioteca; lo dico anche a te sammy che hai un rapporto feticista con i libri!

autore: quim monzó nato a barcellona nel 1952 viene considerato fra i più significativi scrittori catalani viventi. è giornalista. ha scritto canzoni e sceneggiature di film.

cosa si può trovare in questo libro:

micro storie sulla vita sentimentale e sulla difficoltà di comunicazione. uno stile da sceneggiatura. pillole tipo blob con una forte vena sarcastica. a dire il vero pure blob è sarcastico. vabbè.

cosa ne penso:

apprezzabile per la poliedricità della scrittura e la grande creatività -di solito non parlo così giuro-. come un ottimo balletto per esserlo deve sembrare facile anche a un bambino così la sua scrittura appare semplice. dotato di grande sintesi. provocatorio, godibile e amaro-divertente. non lo legga chi ha intenzioni suicide, lo faccia chi pensa che la delusione sia dietro l’angolo. sì vabbè adesso non andate tutti a prenderlo!

adatto a chi:

ama il giallo sole venato di strisce grigio chiaro; ama il prugna e i sapori agrodolci, gli piace fare cenni d’assenso mentre legge, ama veder comparire un sorrisino sulla propria faccia; desidera essere scioccato; se ne sbatte del perbenismo puritano.

uno stralcio:

“ forse è che non mi ami”.

“ti amo”.

“come lo sai?”

“non lo so. lo sento. me ne accorgo”.

“come puoi essere sicuro che quello che senti è che mi ami e non un’altra cosa?”

“ti amo perché sei diversa da tutte le donne che ho conosciuto in vita mia. ti amo come non ho mai amato nessuno, e come non potrò mai amare nessun altro. ti amo più di me stesso. per te darei la vita, mi farei scorticare vivo, lascerei che giocassero con i miei occhi come fossero biglie. che mi gettassero in un mare di acido muriatico. ti amo. amo ogni piega del tuo corpo. mi basta guardarti negli occhi per essere felice. mi vedo nelle tue pupille, piccolo piccolo”.

lei scuote la testa inquieta.

“dici davvero? oh, raul, se sapessi che mi ami davvero, che posso crederti, che non inganni te stesso e, quindi, me… davvero mi ami?”

Annunci

23 commenti

  1. neru ha detto:

    chiaramente il titolo del libro è il titolo del post!
    si capisce sì? o qualcuno è per caso sturdo? 😀

  2. fuliggians ha detto:

    posso suggerire un altro shorties veramente irrinunciabile? Tu lo leggi e poi lo ri-consigli.
    “il mago” di Aira Cesar!

  3. neru ha detto:

    intanto antipatichello questo librino che ho consigliato è una mia rilettura e a te piacerebbe assai lo so.
    cmq accetto la sfida. leggerò queste 140 paginelle e se mi piaceranno lo proporrò in ‘sta rubrichetta. altrimenti ne creo una apposta per demolirlo come nessuno mai. sallo!

  4. ARKIKA ha detto:

    prenotamelo!!
    😉

  5. Normale ha detto:

    Bellina come rubrica!:-)
    Comunque come fa il tipo a vedersi nelle pupille della fanciulla,se i suoi occhi sono diventate biglie??!!;-)

  6. Bucky ha detto:

    balla la rubrica!
    ora cosa dice però!

  7. Bucky ha detto:

    naturalmente intendevo bella e non balla, ma se ballasse anche! oh, come sarebbe bella…

  8. neru ha detto:

    uh che salto di qualità! da bellina a bella infine a balla! una classifica che balla? uhmmmm si può faaaareeeeee! vedem… ideee?

  9. virginiamanda ha detto:

    Ah, Neru, ah.
    (entrambi sono sospiri e si riferiscono al dialogo lì sotto al post…)

  10. neru ha detto:

    detti o sentiti? eheheh tu non me la conti giusta! e ti dirò…c’è mooooolta curiosità da queste parti. sallo!

  11. Elis ha detto:

    Ne posso aggiungere uno anche io??
    Sempre Barcellona trattasi: Il meglio che possa capitare ad una brioche, di Pablo Tusset.
    Secondo me è divertente anche se un po’ “da maschi”.. let me know if you like it.

    • The quantum death cat ha detto:

      letto … carino, divertente … + da maschi! 😀

      S.

      • Elis ha detto:

        mi sentivo un po’ cretina con quel “da maschi” ma è stata la prima impressione che ho avuto di quel libro, e Dio sa quanto sono in palla con “la prima cosa che ti viene in mente”, senza filtri di io e super-io 😉

  12. neru ha detto:

    uh! sìsì elis! fai tu la recensione? la postiamo qui? dammi una settimana che sono un po’ incasinata!

    e io che pensavo che steste parlando di quim monzò e invece parlavate di tusset! porca loca!

    occhei dai vediamo se è più da maschi di richler e quanto lo è. anzi facciamo una roba cioè un post con la divisione fra libri da maschi e libri da femmine. quali sono fra quelli che conoscete. fico!

    facciamo che cominciate a dirmi cos’è un libro da maschio, eh?!

    • The quantum death cat ha detto:

      un libro da maschi?
      leggeresti a priori un libro dove il protagonista è un ciccione perdigiorno, puttaniere ma che riesce anche a scopare non a pagamento,
      una specie di parassita con l’hobby dell’investigazione e il capello unto,
      ma che è capace solo di dilapidare il patrimonio di famiglia?

      Questo è il vero eroe maschile … goldrake e mazinga lo abbiamo abbandonati a 20 anni, e george clooney è solo una farsa per compiacere le donne …

  13. Elis ha detto:

    Allora allora… inizio col dirti perchè ho pensato che fosse da maschi?
    O magari è meglio aspettare la recensione?
    Allora mi leggo richler…che libro???

  14. neru ha detto:

    death cat dici che ne risentirebbe la mia leziosa natura femminile? non mi pare un eroe tanto nuovo, anzi non mi stupirei che si prodigasse per i diritti delle donne.
    guarda che non sono contro i maschi o cerco di cambiarli o cerco un uomo che possa essere su misura di una donna. non intervengo sul maschio. personalmente mi sento portata a parlare alle donne e con le donne di donne solo perché sono felicemente nata in questa condizione e in questo corpo. lo faccio per me, ché secondo me ormai che si è nati vale la pena vivere. non ho niente contro il maschio porco e sciovinista… 😀

    nono elis ti do due alternative: recensione o risolvimi il mistero del libro da maschio. di richler ne riparleremo -si intitola la versione di barney-

  15. The quantum death cat ha detto:

    appunto … il libro non ti ispira a priori 😀

    cmq è carino e divertente, e mi fu consiglato da una donna che regalandomelo mi disse: “quando l’ho letto mi sei venuto in mente tu” … vai a capire il perché :-p

    la donna per inciso è mia sorella (che tu, neru, conosci), anche se questo cozza – verbo, non aggettivo! – con la definzione generale di “sorella”, che appunto donna non è! (” perdonalo Signore, non sa quello che dice! ” :-D)

    S.

  16. Elis ha detto:

    è un libro da maschi, chè c’è sesso occasionale (nel senso che il protagonista trova sempre l’occasione per fare sesso), c’è mistero e ci sono le botte. C’è la cocaina e la malizia e anche un po’ il rammollito che fa la parte del duro. In pratica c’è un pisello che nonostante tutto funziona. A me è stato consigliato da mio “cognato” e mi ha detto che mi avrebbe fatto ridere perchè “tu lo puoi capire, questo” e quando gli ho chiesto perchè mi credesse un uomo, visto che mi consigliava un libro da uomini, mi ha detto “lo vedi che lo hai capito?”.
    (“misteri della fede” :D)

    Comunque è scritto in modo assolutamente non canonico, è divertente e ironico. La cosa che più mi è piaciuta è che mescola lo schifo che racconta con l’amore spassionato per Barcellona, che si sente, uh se si sente.

  17. neru ha detto:

    death cat tua sorella ne sa!

    elis mmmmm mi state parlando di un prototipo di maschio…mmmm…

    legate troppo questo libro a chi ve l’ha consigliato.
    bene lo leggo e ne parliamo.
    ma come mai lo schifo è associato al maschio?

  18. Elis ha detto:

    perchè è nell’immaginario collettivo che sia un uomo a trovarsi in quello schifo.
    bene, anche oggi ho detto immaginario colletivo, misento meglio 😉

  19. neru ha detto:

    immaginario collettivo in effetti è una gran bella parola dalla quale si potrebbe partire.
    tu cara elis ha sempre spunti interessanti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: