l'alba dentro l'imbrunire

Home » ipse dixit » travolta da un insolito destino nel cielo grigio di gennaio

travolta da un insolito destino nel cielo grigio di gennaio

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

Felicità è essere travolti e non capire più niente. Ma conservare un angolo recondito di coscienza che sia sempre vigile, che proprio per questo permetta anche alla parte intellettuale e razionale di noi di godere ogni attimo del piacere che ci investe, conservare questo angolo recondito di coscienza che assapora poco a poco il crescendo della gioia, la segue fino alle sue mete più estreme, non è forse anche questa felicità? C’è un angolo recondito che non vibra, ma che rimane testimone del godimento. È la parte di noi che ricorda e che può dire: sono stato felice e so perché. Certo che voglio perdere la testa, ma voglio cogliere il momento in cui la perdo, e spingere la conoscenza più lontano della coscienza che desiste. Bisogna essere presenti alla propria felicità.

Marcelle Sauvageot

Annunci

4 commenti

  1. ARKIKA ha detto:

    aaaaaaaaaaaaaaaaaa

  2. neru ha detto:

    anche tu ehhhhh?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: