l'alba dentro l'imbrunire

Home » Uncategorized » conclusioni di dicembre

conclusioni di dicembre

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

l’ho scritto lì sopra, in alto a destra. è un augurio secondo me. è un pensiero. è un post-it per me. è una frasella che ho trovato sul nuovo libro di murakami e mi è piaciuta molto. è facile però che passi inosservata e allora la posto qui come mio augurio per chi passerà da queste lande. lo scrivo proprio oggi, proprio oggi che mi sembra in controtendenza, oggi che mi sembra un giorno cucci cucci.

già cucci cucci nonostante il lamento come un mantra per l’anno passato. almeno è quello che noto leggendo qua e là. invece io secondo me ho passato un bell’anno nonostante tutto. me lo ricorderò, eh sìsì che me ne ricorderò.

per una che scoppia dalle emozioni, essere serena e felice è una roba che non si può capire forse. mi sembra di essere in una foresta con le braccia aperte a respirare aria. non faccio bilanci. quest’anno no. vado avanti così. sono curiosa.

ah la frase. eccola qui.

pain is inevitable. suffering is optional. quello era il suo mantra. il dolore non si può evitare, ma la sofferenza è opzionale. supponiamo per esempio che correndo uno pensi: “non ce la faccio più, è troppo faticoso”. la fatica è una realtà inevitabile, mentre la possibilità di farcela o meno è a esclusiva discrezione di ogni individuo. [h. murakami]

come ho detto al mio amico quadrilatero: ci auguro di credere di potercela fare in tutto quello che vogliamo davvero e ci riusciremo.

io ci auguro di crederci davvero, di sorridere da soli un po’ di più, di fare qualche mossettina ballante la mattina, di chiacchierare con gli sconosciuti, di respirare consapevolmente.

e come disse joyce fra un bicchierino e l’altro non prendo niente. [cit.]

prosit.

e se cado, vorrei che dicesse che mi ha visto fare una capriola finendo in faccia al cielo.

perché è stato bello per me girare la pagina di vista vissuta e portare lo sguardo in alto, dove la storia continuava…

Annunci

6 commenti

  1. Kapa ha detto:

    Il 2009 lo ricorderò bene anch’io.
    Buon anno, ragazza!

  2. willyco ha detto:

    buoni giorni Neru senza paure inutili.
    un anno nuovo nuovo per te

  3. neru ha detto:

    kapa ci credo! almeno per aver condiviso l’esperienza con un premio nobel! 😉 il tuo sellino ringrazia. sallo! non i è più ripreso dopo che herta muller vi si è appoggiata con tenerezza!

    willy caro sono bei giorni. bei giorni. ti auguro la stessa serenità. buon anno.

  4. Kapa ha detto:

    Te sei fuori!
    Comunque è piu contenta la sella della mia Vespa per via delle tue chiappe… 😉

  5. Quad ha detto:

    Buon anno!
    Anche io lo ricorderò con piacere. Dicono che l’uomo tenda a dimenticare le brutte cose e a ricordare solo quelle belle. Forse è davvero così, e quindi ho passato un anno di M ma, non ricordandomelo, mi sembra bello perché sono sereno e felice pur io.
    Oppure l’anno è stato bello per davvero.
    E forse chi si lamenta dell’anno è perché si ricorda solo delle brutte cose, o -più probabile- non s’accontenta mai. Echeccavolo, gente, non lamentateve sempre.

  6. neru ha detto:

    anche il tuo casco direi! 😀

    hai colto l’essenza quad. è più facile ricordare le cattiverie diceva quella in pretty woman!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: