l'alba dentro l'imbrunire

Home » recensioni non ragionevoli » Dieci inverni per incontrarsi

Dieci inverni per incontrarsi

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

Quanto tempo ci vuole a innamorarsi?

Non andate oltre i secondi.

Quanto tempo ci vuole per saperlo?

Andate oltre gli anni.

Dieci inverni è un film dolce e vero che ve lo racconta.

Forse il caldo scalda i letti e il freddo i cuori. Forse per questo il film si svolge sempre in inverno.

Come in quel librino di favolette che si chiama il libro dei forse e dice: forse i bruchi si trasformano in farfalle perché è più facile che trasformarsi in unicorni.

Dunque non temete, tenderete sempre alla vostra natura, al vostro cuore e alla vostra prima impressione.

Dieci inverni è un film leggero e denso, i sentimenti si spiegano nei volti dei protagonisti Michele Riondino e Isabella Ragonese che imparano ad amarsi, perché ad amarsi s’impara. Ci vuole tempo. Il suo tempo. E se il tempo fugge, il tempo porta sempre a un porto che non t’aspettavi ma era tuo.

È un bel film. Dieci inverni. Andatelo a vedere se vi va. Se vi capita o se lo fate capitare. Così una sera d’inverno. Come adesso. Adesso che nevica. Ed è inverno. Beh non ancora ma ci siamo. Ci vuole tempo. Il tempo oggi è di neve, anche il cielo è neve e per terra è bianco. E l’inverno arriva fra pochi giorni.

Forse le api fanno il miele perché non sanno fare il cioccolato. Forse le pecore portano la lana perché sono allergiche al cotone. Forse i draghi sputano fuoco perché se sputassero l’acqua li scambieremmo per dei pompieri. Forse i canguri hanno il marsupio perché non gli piacciono le borse.

Forse. Parla piano intanto. E lasciati scaldare il cuore.

Il film però non è mieloso. Mica è un’ape lui.

Annunci

11 commenti

  1. Normale ha detto:

    Il trailer di questo film mi aveva incuriosito quando l’ho visto in tv!Penso proprio che lo andrò a vedere!Il tuo post mi ha convinto!

    Tendere sempre alla propria natura alle volte è un bene,ma dipende a che tipo di natura tendiamo…ci sono persone che hanno in sè delle nature che non mi piacciono affatto e il brutto è che ciò che è innato in una persona non può essere corretto o cambiato

  2. Normale ha detto:

    Ah,una cosa che non c’entra niente,ho ricominciato a postare foto nel mio profilo flickr!Sono io Dolim(su flickr intendo!)

  3. neru ha detto:

    sono contenta di averti convinto. speriamo di convincerti che tutti abbiamo una natura maligna e una bella natura. il braccio molle è una cattiva natura, invece dici guarda che bella natura quando sfoggi una capigliatura svavillante -tipo la tua- o mostri un bel petto sopra una buona scollatura! 😀
    cmq se si vuole ci si cambia restando se stessi. è una cosa bellissima questa a mio parere.

    sìsì ti ho visto nei commenti e mi ricordavo di dolim. risponderò presto. ma dove sei adesso?

  4. virginiamanda ha detto:

    Ciao Neru,
    Stavo pensando: ad amarsi s’impara, o ad amare s’impara?
    S’impara ad amare in generale, e quindi poi, una volta imparato, è come andare in bicicletta, solo cambiando bicicletta, o s’impara ad amare una persona in particolare e quindi poi quando si cambia bicicletta bisogna re-imparare di nuovo, cadere un sacco di volte prima di saper stare in equilibrio?

  5. neru ha detto:

    ad amarsi s’impara cara virgh. amarsi.
    poi fa quello che vuoi. -intendo un tu generico-. poi non si sbaglia mai. si vive semmai. credo così.

  6. NightNurse ha detto:

    Lo volevo vedere…poi ho deciso di dare un’altra possibilità ai Cohen…che errore e che orrore!!!!
    quella canzone lì..mammmamia..i brividi veri!

  7. neru ha detto:

    sì devi vederelo ma nuuuuu! a solitary man è bello! vabbè ci faccio un post così ne parliamo…sempre se non muoio prima di freddo!

  8. virginiamanda ha detto:

    Capito.
    (Proviamo.
    Vediamo se funziona.)
    Quindi a pensare d’aver capito tutto solo perchè hai già amato non conta, eh?
    Bene.
    Bene.
    Argh.
    😦

  9. neru ha detto:

    virgh mia carissima virgh che posso dire? che se si prova non funziona forse e che tutto conta. ma io adesso ho ancora l’acqua ghiacciata mentre il riscaldamento va. domani chiamo il signore delle caldaie a meno che non riesca a risolvere con un asciugacapelli. credo che andrò a dormire adesso cmq.

  10. virginiamanda ha detto:

    Io mi sa che non ho ancora capito niente, però.
    Buon anno!!!

  11. neru ha detto:

    io mi sa che non mi spiego!
    ma non so molto quindi che potrei dire. solo una cosa so. che se dico provo non viene. bisogna crederci e se poi si cade, perché a volte accade bisognerebbe guardare bene cosa ci è successo nel mentre. secondo me ha ragione john, la vita è ciò che accade mentre si è impegnati a fare altro. è che comunque accadeono le cose che credi davvero non quelle che credi di volere. cose così insomma. boh questa è la mia esperienza e quella di altri.

    baon anno cara. io sono a padova dal 4 all’8 o 9. sallo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: