l'alba dentro l'imbrunire

Home » le vite degli altri » le città cambiano strade di notte

le città cambiano strade di notte

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

lo sapevate che le città e i paesi di notte cambiano le strade?
che se ci vai di giorno non ci sono le stesse strade che trovi di notte. tipo che questa mattina sono andata in un paese caruccio che ha il castello e tutte le cose di paese: la gente che spinge la carrozzina, la gente a piedi che saluta quelli che passano in macchina, la gente che sta fuori dal bar a chiacchierare, il fruttivendolo che parla con la massaia, il ragazzino che parla con la signora attempata e tutte quelle cose lì. e ci sono andata questa mattina che c’era la nebbia e il sole rotondo e sembrava tutto magico. ma a parte questo fatto, devo dire che ho trovato un altro paese. ché io in questo paese ci vado quando il sole non c’è, né rotondo né splendente, ci vado la sera per lo più. e le vie sono diverse, a dire il vero sono meno. e mi sembrava proprio un altro paese.

secondo me le strade di notte vanno a farsi un giro per prendere un po’ d’aria.

comunque sono tornata adesso da un’altra città ancora, che oggi sono stata girovaga. ho parcheggiato cinque minuti fa. e per parcheggiare mi sono affiancata a una macchina e c’erano due che stavano facendo l’amore e allora ho detto madonnina santa disturbo, così me ne sono andata e porca miseria ho parcheggiato lontanissimo. ché io a certe cose ci tengo; tengo all’intimità. però è proprio vero che il desiderio non s’arresta manco di fronte al freddo becco, mannaggia del demonio.

Annunci

7 commenti

  1. Sì lo sapevamo. Almeno io. Quando viaggi ad es è una regola d’ora. Devi sepre vedere tutti i posti di giorno e di notte. Ci osno posti che rendono di + giorno e altri che rendono di + notte e altri che ti emozionano sempre, tipo Roma. Ad esempio Cordoba si deve vedere di notte…e molti altri posti immagino 🙂

  2. neru ha detto:

    scogliera a picco sul sole e la luna delle città dovremmo stilare una specie di classifica delle città da giorno e quelle da notte. ci stai? magari barando anche un po’!
    sì roma emoziona sempre. tipo che ci dobbiamo andare tutti insieme a roma.

  3. la bella addormentata sulla scogliera ha detto:

    jeje, perché no?! 🙂

  4. neru ha detto:

    andata allora!

  5. Quadrilatero ha detto:

    Poi sei tornata alla macchina quando il sole era già tramontato. La strada non c’era più e te ne sei andata a piedi.

  6. Frida ha detto:

    da Roma posso dire che:
    si è vero,emoziona sempre,ma trastevere va vista di notte,idem il colosseo e garbatella (che diventa magica giuro!)
    d’inverno è bello vederla di giorno,con la luce romana che non sembra mai che fra 20 giorni è natale.
    C’ è sempre quel fondo del mare quando respiri,lontano ma c’è. Come il verso del gabbiano.

  7. neru ha detto:

    quad sarebbe stato divertente e bello…chiaramente dopo aver “saraccato” un po’ ma insomma vuoi mettere?

    bello frida, ha ragione! allora anche tu fai parte della falange romana. ohi guarda che quando si viene a roma si fa un grande ritrovone!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: