basta poco -forse-!

sono sul balcone e sto guardando le mie piante morte. si sono rinsecchite quando sono andata a roma. nessuno gli ha dato da bere e faceva un caldo boia. non ho avuto l’accortezza di chiedere aiuto e di portarle da qualcuno. mi dico che è ora di separarmene. già che ci sono guardo da un’altra parte, lontano, alla fine del mio trampolino sul cortile. c’è un vaso vuoto appeso alla ringhiera. l’ho lasciato con soltanto della terra secca e due bastoncini a ricordarmi che c’erano delle piante. strabuzzo gli occhi. c’è qualcosa di verde in quel vaso. mi avvicino. in quella terra secca e sola, sono nate delle foglie verdi. così dal nulla, senza fare niente. sono lì belle rigogliose e si aprono a fiore.

è in questo preciso momento che mi sale una cosa dal cuore alla testa, una cosa di meraviglia mista a felicità.

e mentre il mio sorriso si allarga, sotto il balcone passa pedalando una bambina che grida ciao, un bambino su un triciclo la segue a perdifiato, una donna esce da una tenda, un uomo grasso saluta la vicina, il cielo è blu, il caldo è piacevole e la vita mi sembra davvero bella.

Annunci

23 pensieri su “basta poco -forse-!

  1. Dev’essere sedum. Non la guardi neanche e lei cresce, fiorisce in primavera e si tinge di rosso sotto la neve o con le gelate. E tutto questo da sola! Ma se vuoi farla crescere a vista d’occhio, dalle un po’ d’acqua. E’ fantastica! Ciaoooooo

  2. kapa io amo i senzafine!

    buckyno sono contenta di risentirti! ma mi sparisci e io non mi capacito che torni. senti maaaa, hai bisogno di fortuna per le vacanze come last year?
    cmq sì proprio come leon! è che sarà un po’ dificile portarsi in giro quel vaso di terracotta pesantissimo…mmm vediamo.

    madò didg, vedi perché t’ho giurato amore eterno? che tu sai tutte le cose del mondo e tu ci sei! mi quantifichi quel po’? che non vorrei annegarla…sai…
    euuiua le sedum. sedum perché? sta seduta e se ne ride del mondo? per questo?

    • Una volta anch’io…
      Senti… in barba al tuo decalogo e girandoci attorno per non sembrarti oppressivo ( e non dire che lo sono perchè non ti rompo mai!) volevo dirti che qui i musei sono chiusi al lunedì.
      Punto.
      Ciao!

    • Un libro di ricette direbbe “q.b.”. Io odio i libri di ricette!

      Comunque non puoi fare danni, la pianta è robustissima. Fai finta di essere madre natura e vedi cosa succede. 🙂

      Beh, limitati alla pioggia e evita il monsone 😀

      Baci.
      … poi non mi ha mica proposto una data!

  3. mah, quest’anno rifinisco con mio fratello in Puglia… diciamo che non è proprio quello che speravo, ma meglio che niente, no? vorrà dire che mi spupazzerò un po’ i nipotini 😀
    Se sparisco ogni tanto lo faccio perché tu possa essere ancora più contenta nel vedermi tornare!

  4. Era come uno di loro, ma non era uno di loro.
    Così ogni tanto doveva andarsene, perché – gli spiegavano – era un bene che non fosse uno di loro. Desideravano vederlo, averlo accanto, ma volevano anche sentire la sua mancanza, la tristezza di non potergli parlare, e il salto di gioia che il cuore faceva loro in petto quando lo vedevano ricomparire.

    Luis Seplvúeda

  5. oh kapa t’ho mai cazziato per questo? l’ho fatto? davvero? inguaribile proprio! 😉
    e se ti dicessi evabbè, come cavolo ci eravamo accordati? ché gli altri giorni della settimana non esistono? -fine-.
    (oh scrivo fine perché mi fa ridere. mia zia quando mi scrive gli sms alla fine del suo messaggio scrive sempre fine come se fosse un telegramma e invece dello stop ci mette fine…non è fortissima?)

    uh bucky ma allora è un ritiro tattico! bello quel passo cmq!

    • Si, m’hai cazziato più volte- stop
      Mi piace quando lo fai- stop
      Non ricordi gli accordi?- stop
      Sei sempre la solita- stop
      Confermo che gli altri giorni esistono- stop
      Et che la zia è fortissima- fine

      • perché devo ricordarmi gli accordi se ci sei tu? basti e avanzi. al momento opportuno saprò e vedremo. capito kapa? vedremo! cmq una promessa è una promessa e un accordo se c’è c’è -fine
        😀
        p.s. mi tremano le gambe…ma che cavolo t’ho promesso…
        mi ricordo solo che il pesce puzza…

  6. Erv-i-murh, direbbe pì. io gli dico sempre che mi piace e lui mi intima di cacciarla. che fastidio gli da mai? che sembrasse trascurato, ma chissenefrega è il miracolo della vita 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...