se alice dice ma che problema c’è?

dunque pare che combinare in sequenza quattro ore di treno, una di riposo per insediarsi nella stanza, sette di camminata a passo spedito con una pausa per mangiare, e il caldo paura che arriva da asfalto e sanpietrini sia letale per il mio passo principesco.

fatto sta che ho uno spillone puntato nella parte destra del piede destro che si sposta con grazia e impegno verso il tallone. la destra duole e la sinistra non aiuta. non aiuta il fatto che voglio girare, fare cose, vedere gente, conoscere, muovermi. questo voglio fare concretamente. e poi, cerco di non zoppicare.

stamattina mi sono svegliata e mi pareva di avere novntanni, quasi come la mia nonnina -caruccia- che di anni ne ha novantasei e ormai deve stare sempre a letto. l’altro giorno le abbiamo fatto la festa di compleanno. ci siamo resi conto che si sta spegnendo, ma lentamente. poi abbiamo scoperto perché sembra ogni volta che domani morirà e invece è un lento fluire verso il sonno. due giorni fa ha detto che sì ha delle cose da fare da morta, tipo rivedere e stare con delle persone, ma adesso vuole ancora vivere. il fatto è che le piace tanto sentirci parlare intorno al suo letto, sentire la vita che si arrabatta, le piace che ci prendiamo cura di lei, che l’accarezziamo e la baciamo. le piace. e finché le piace, c’è tempo per morire.

comunque sto scrivendo da una postazione di fortuna con i piedi in una bacinella colma d’acqua col sale dentro. ora non arrivate a conclusioni affrettate. provate a camminare nelle mie scarpe, potreste inciampare nei miei passi.

[vi dovrei raccontare di ieri sera, di una milanese che hanno scambiato per olandese e di come la sua amica elis l’ha resa europea e le ha dato un motivo per l’isola tiberina. ma ve lo racconto dopo su questo stesso post, che ora devo andare a villa torlonia e a fare altre cosette, tipo che devo incontrare una gatta. stay tuned]

Annunci

14 pensieri su “se alice dice ma che problema c’è?

  1. normale noi siamo andate in missione alla casa delle civette e mi sa che tu sai perché!

    willy il dolore di vivere ho incontrato ma io speravo anche nei grroupie mannaggia,non è che fai un’eccezione? e perché non sei fa di niente? mica fai un contratto! iente più ti stuzzica niente più i sollucchera? ma daiiiii! non facciamo finta di essere iberi quando non lo siamo o mio prometeo… 😉

    kapa vidi veni e chissà! sarai tu il salamello da mettere sulla griglia? ma chi porteresti scusa? da dove la prelevi? eh? 😀

    • …comunque…
      Io, più che un salamello, al limite so più di quarto di bue.
      E non ti preoccupare che non porto nessuno. Mi pareva ci fossero tutte coppie ed invece ci sei pure tu….
      😉

  2. uh scusate sta tastiera del menga mi fa saltare i tasti! cacchio pare il gioco della cavallina! come fate a capirmi?

    allora willy dimmi che!

    kapa tesor ci sarà da ridereeeeeee… jules preparerà la carbonella, la griglia e il ostro manzo sarà prontissimo!

    • Ecco, volevo fare la simpatica ma non mi è riuscito… non sono in grado di riportare nemmeno le mie stesse parole… sono un disastro ;(

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...