l'alba dentro l'imbrunire

Home » a che gioco giochiamo » corrispondenza d’intenti fra il single a secco e l’anti amante consapevole

corrispondenza d’intenti fra il single a secco e l’anti amante consapevole

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

ogni tanto si parla di amanti e gossip.

così ieri sera si discuteva sull’argomento. poi oggi è partita una breve corrispondenza fra il maschio single senza storia e senza amanti e la ragazza single senza storia che fugge principalmente dal suo papabile ruolo di amante. io non c’entro niente. lo riporto qui, così, che c’ho poco tempo e tanta voglia. volevo raccontare un po’ di cose belle. è che la vita stringe. la preferisco. i sogni li lascio all’agire e al dormi veglia serale e mattutino. sono i più belli. quelli della notte stanno nel cassetto “consapevolezza”.

cara amante perfetta ti scrivo

sembra proprio che io conosca una ragazza che rappresenta l’amante perfetta. almeno a detta di lei. non perché lei si reputi tale, ma perché gli uomini che incontra la ritengono tale. pare che tutte le occasioni e le proposte che riceve siano – secondo qualche logica cosmica – di essere l’amante. ora, io, da assoluto incapace, maschio atipico, mi chiedo come facciano costoro a proporre una cosa così.

e allora mi rivolgo a te. spiegatemelo, amica cara. cosa si dice: “ciao, lo sai che mi piaci un sacco? ho voglia di spalmarti addosso un vasetto di maionese. ah, a proposito, sono sposato”.
cioè, in quale pianeta siamo? come faccio ad arrivarci? c’è la navicella? insegnami, se sai, ti prego. 🙂

caro amico inconsapevole ti rispondo

ecco il prototipo dell’amante: carina, non troppo bella, ma affascinante. poliedrica e stimolante. il tutto in una rima.

la compagna, invece, deve essere una da cui tornare dopo le proprie peripezie. dunque tornare e sapere cosa aspettarsi.

ma la noia attanaglia, e quando il nostro uomo scova una pulzella che risponde alle caratteristiche dell’amante, la lampadina si accende, il bitorzolo si alza e si dà il via alle allusioni, ai giochetti di parole, ai complimenti tres chic, il tutto condito con cascamortismi vari. è allora che si sollucchera la propria pensante e disarmante qualunquità, ben sapendo che se va male, potrà tornare fra le braccia calde e inconsapevoli di chi ha giurato che è vero e che forse a mentire è bravissima. perché devi sapere caro amico, che l’uomo qualunque preferisce di gran lunga le balle alla disarmante autenticità. dunque, se va bene col prototipo di amante, la mascolinità se ne rallegrerà sennò pace, sarà stato bello andare a caccia anche solo per poco, anche solo per un piacevole retrogusto. e olè.

poi amico ti dirò. i casi sono tanti. milioni di milioni. moglie che hai, amante che trovi. ma ulisse resterai e da penelope tornerai, da secoli oramai.

perdona le rime ma il discorso è scadente come una rima baciata mal posta. prendi la prima che trovi e limona duro. dille ero qui per te, domani non so. salta sul tuo cavallo e corri incontro al tramonto. tanto poi lo sai, il sipario cala.

Annunci

5 commenti

  1. fuliggians ha detto:

    mmmammma mia… abbiamo letto troppo leopardi, mi sa!!
    🙂
    il sipario non cala poi così spesso!!!!!
    devo però dire di essere daccordo pienamente con te sul limonare duro, ma diciamo… la prima che trovi, con la sfiga che gira, potrebbe essere tua suocera! E poi a limonar duro ti si rosicchiano i denti, me l’ha detto la mia mamma, e io le credo! 😉

  2. neru ha detto:

    e te credo!
    la sfiga è tutto intorno a noi!

  3. willyco ha detto:

    sfiga come se piovesse, anche la fortuna stroppia, ma non ho capito con chi limona il nostro visto che l’amante perfetta è prodiga di consigli, ma scuce su altri lidi. 🙂

  4. neru ha detto:

    @willy: eh non limona e ciao!

    @fulì: devi farne di strada ragazzo! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: