non c’è bisogno di essere qualcun altro

eravamo in una macchina sgangherata, una bottiglia di plastica fra i piedi e non sapevo come abbassare i finestrini.

poi mi hai detto non esiste un solo modo di vivere.

e pensavo a quella ragazzina che piangeva perché credeva di non riuscire ad essere come volevano che fosse. la guardavo inerme, senza sapere bene cosa dire, senza sapere bene cosa fare.

avrei voluto abbracciarti in quel momento. forse ho fatto bene a distruggere quella macchina da fighetti.

se mi avessi chiesto quando mi sono sentita felice, ti avrei detto quando mi portava sulla canna della bicicletta, quando ero sul tram e ho visto un ragazzo solo alla fermata ad aspettarmi, ho appoggiato una mano sul finestrino, ho detto sei qui e sono scesa di corsa.

Annunci

11 pensieri su “non c’è bisogno di essere qualcun altro

  1. @night: già…anche a me scalda il cuore 😉

    @sammy: mmmm, infatti non è scontato secondo me e c’era bisogno di scriverlo

    @gap: ecco! hai ragione! sarà per quella spensieratezza che porta con sè? anche quando ti senti unpirla a fare tanta fatica? non so. è che è bello e basta!

    @normale: grazie! come sei cara!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...