500 è vero è vero è vero!

ci sono arrivata dopo un anno e tre mesi. tanto? poco? pochissimo. ma a cosa? al cinquecentesimo post! oibò.
chi se ne frega potrà dire qualcuno dall’alto della sua lungimirate saggezza. è che io l’avevo promesso a quadrilatero. che si sarebbe festeggiato, dico. e allora giovanotto prendi del buon vino e stappa. qualcuno brinda con noi?

come quando si raggiunge un traguardo, mi capita di fare un piccolo bilancio. i bilanci a volte si fanno un po’ a muzzo. ça va sans dire. perché forse non è il risultato che interessa ma il percorso.

mi ricordo che anni fa, cominciai a scherzare con la mia amica ariel di come fosse diffusa la congiuntivite. non quella degli occhi ma quella del verbo. ahahah, quello non usa un conguntivo manco se glielo tiri addosso! ahahaah
ma come sempre ride bene chi ride ultimo. sì perché poi scoprii di avere la congiuntivosi. e la congiuntivosi, siori e siore, è un’affezione non curabile. in sostanza, mettevo e metto congiuntivi ovunque, un po’ dove capita.
la congiuntivite, invece, si sa, è un’infiammazione momentanea, si può curare.
così disperata per l’ennesimo eccesso di congiuntivosi, ieri ho chiesto alla mia collega “isteria positiva” che fare. sono andata da lei con una faccia pucci, tipo così ^^ -quella del gatto con gli stivali in shrek per intenderci- e in lacrime ho detto oh…mio destino!!! c’è qualcuno lassu??? 100 volte disperata, oh destino cinico e baro poi l’ho guardata negli occhi e ho chiesto ma dimmi isteria, cosa devo fare? e lei, senza fare una piega, mi ha risposto che c’è un solo rimedio: la cungiuntivectomia.
controindicazioni? ho chiesto con un filo di voce. uh, soffrirai un eccesso d’indicativo. per te sarà impossibile fare frasi esortative, potenziali, dubitative…
uh! sì penso che è meglio, ho detto tutta giuliva, stringendomi viva.

ma poi, fosse solo una questione di congiuntivi. certo sarà la primavera che mi disorienta il mondo spazio temporale, ma mi si è scombinata pure la consecutio temporum. è per via delle subordinate e delle reggenti. non c’ho dimestichezza con le reggenti ché in genere hanno un po’ di supponenza. ecco, non me le cago proprio.

per fortuna c’è la signora catriona potts. lei fa sapere dalle sue pagine che volendo potrei iscrivermi ai gruppi “refusivisti ossessivi anonimi“. ehi! un gran bel vantaggio.

prosit.

Annunci

13 pensieri su “500 è vero è vero è vero!

  1. qui, ci volesse una bella festa…

    scusa, è che mi hanno amputato il condizionale.
    ma non è grave, il condizionale si sa, è come la coda delle lucertole, ricresce…

  2. @arki: amika!

    @gap: che culo! sìsì ci volesse. cmq gap esci da quel corpo, maledetto! 😉 ogni volta che scrivi, io canto! senti cosa mi hai fatto venire in mente:

    vulesse essere ’a chiave p’arapì tutt’ ’e ccancelle
    pecché cu tutte ’e sbaglie c’hanno fatto
    cu ’e contraddizzione ca le se songo schiattate mpietto
    cu ttutto ’o’ sanghe ca coscientemente hanno versato
    cu ttutte ’e fferite
    c’hanno apierto e nun se chiudarranno maie
    vulesse essere ’a chiave p’arapì tutt’ ’e ccancelle
    pecché chisti cumpagne só mmeglio ’e nuie
    só mmeglio

    vulesse ma nun posso
    vulesse ma nun posso
    vulesse ma nun posso
    e allora faccio sulamente capa e ccesso
    vulesse

    @sammy: grazie! ma dove cavolo sei finitoooooo?

  3. Ahahah! Divertentissimo! Prosit! Occhi verso l’altro (senza guardare il bicchiere! non sia mai che porti sfiga!), bicchiere sul tavolo e poi gluglu a canna fino alla fine.
    La congiuntivectomia credo che fa male. Azz! Me l’hanno fatta! Porc..!
    Che dico? 100 di questi giorni?
    È un rischio: significherebbero 50000 (cinquantamila virgola 00 centesimi) post!

  4. osti ma io questa cosa di non dover guardare il bicchiere ché porta sfiga mica la sapevo! ecco perché!
    ehi ehi bello nonono cinquenatamila post noooooooooooooooooooo!

  5. Seminare congiuntivi ovunque, però, è una gran bella malattia: perché ben seminati i congiuntivi crescono, come i fiori, invadono il campo delle erbacce, annunciano la primavera. Soprattutto quando sono trapassati, i congiuntivi.
    Altri cinquecento di questi post, prosit.

  6. @quad: ma dalla fransia dei fransiesi o dalla fransia alla carlà?

    @scorfano: grassie…a saperli quelli che sono trapassati! forse quelli a cui non devo più pensare perché ormai iti? 😀

  7. complimenti Neru, tra grafomani ci si capisce così tanto che l’abbraccio è ancora più stretto. é un bel traguardo, non per il numero, ma per le cose dette, per la fantasia e la capacità di vedere che zampilla e gorgoglia. E spesso svolazza su tappeti di mussole e seta. Con la consecutio faccio come con il resto, vado a naso.
    Sai che hai perso un sacco di forse e di dubitative per strada?

  8. Complimenti per il cinquecentesimo post!:)

    Ma i congiuntivi sono una rarità,perchè non usarli più?!
    In Toscana,in particolar modo i fiorentini,usano il congiuntivo sempre e comunque!(tanto si vogliono sempre distinguere,è nella loro indole!);)

  9. @willy: ^^ sìsì tra grafomani ci si capisce e volare a naso è divertente, direi. dici che ho perso qualcosa per strada? ma io le lascio come i sassolini di pollicino…

    @night: assolutamente, quante ne vuoi! figurati che sono distrutta dai manicaretti da fasta. dicevo proprio ieri che mi sta venendo la faccia da maritozzo con la panna!

    @normale: eheheheh si vede che mi voglio distinguere pur’io! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...