la mente mente

non che mi fosse mai piaciuto luzi. mario luzi il poeta, dico. non mi piaceva abbastanza. e non mi piaceva nemmeno la sua storia personale.

è un bel dire che non si dovrebbe confondere il genio artistico con la vita reale della persona. quello che è scritto è per tutti, quello che è vissuto è per sé. palle! il personale è politico si diceva, il personale è pubblico perché è con quello che vogliamo confrontarci e insomma finisce che ne siamo sempre in qualche modo incuriositi e condizionati.

comunque, il fatto è che luzi non toccava le mie corde.

fino a quando.

una notte ho riportato a casa una ragazza. eravamo andate a una conferenza sulla poesia. siamo state ore con le altre amiche a parlare. poi, tornando a casa in macchina ci siamo mese a discutere di amori sognati, amori finiti, amori non corrisposti, di speranze. e lei mi ha detto c’è una poesia di luzi che tengo sempre a mente

[…]

amore difficile a portare,

difficile a ricevere. se osa

si turba, sente il freddo della serpe

ma se non osa volge inappagato,

preme d’età in età, di vita in vita.

[…]

ci stavo pensando poco fa quando mi è capitato per caso tra le mani luzi. ché questa poesia nel tempo mi è andata bene per tante cose, per tanti rapporti di relazione, di amore ma mai di sesso.

e pensa che ti ripensa, mi capita davanti quest’altra donna intelligente e ci mettiamo a discorrere proprio di luzi. vabbè ovvio, avevo il libro lì in vista. racconto di quello che non mi piaceva e continua a non entusiasmarmi. finisce che parliamo di persone e comportamenti umani. finisce che luzi riesce sempre a tirare fuori dei grandi discorsoni anche se non lo si apprezza.

la donna mi dice che una volta in un libro ha trovato scritto questo:

  • gli uomini tendono a parlare di sé in termini opposti a quello che realmente sono;
  • le donne tendono a chiedere al prossimo quello che vorrebbero essere loro.

la donna sostiene che queste affermazioni sono vere al 90%. le ha vissute. la donna mi risponde che anche ad averne consapevolezza poco cambia. siamo bravissimi a imbrogliarci, la mente mente e niente è più forte dell’intuizione.

10 pensieri su “la mente mente

  1. e l’intuizione sbaglia quanto la mente, ma ha meno pretese di accuratezza. E poi vuoi mettere quanto più figo fa avere l’intuito che tanto l’intelligenza è in dotazione.
    Luzi mi piace a tratti

  2. Invece il mio docente di letteratura italiana,qualche lezione fà cantava le lodi a Mario Luzi.Sarà che era un fiorentino.Anche il docente è fiorentino appunto.Io nn lo conosco molto bene in realtà.L’unica cosa che ho letto di lui era un sua dedica su un libro che è mi è piaciuto molto di Romano Battaglia.E mi aveva a suo modo colpito e diceva così:

    “Il silenzio e l’uomo”
    Come è difficile a trovarsi il silenzio.
    E’ la voce dell’universo che parla all’universale anima
    Che è in lui, l’uomo.
    Una concordia, un’armonia inesprimibile in parole.
    L’unica parola che lo soccorre, lo sente,
    è indicibile.”

    Il libro infatti si chiama “Silenzio”.

    Comunque è vero le persone tendono a chidere agli altri quello che vorrebbero essere loro.Sarà che spesso invece che guardare dentro e attraverso il prossimo,ci si vuole specchiare,secondo me sbagliando!
    Quanto è vero che gli uomini parlano di sè in termini diametralmente opposti a quello che in realtà sono.io dico che è tutta insicurezza!

  3. @willy: dipende. di quale intuizione stiamo parlando? quella del cuore difficilmente mente, all’intuizione poco importa dell’accuratezza che è mestiere della mente se vuole.
    anche a me luzi piace a tratti, un po’ come il faro.

    @normale: luzi è molto lodato dagli addetti ai lavori in effetti.
    bella e vera quella poesia. mi ricorda i giorni passati in montagna fra i prati.
    uh! simpatico! parli di persone quando ti riferisci alle donne e agli uomini quando parli degli uomini!
    mah, in fatto d’insicurezza siamo lì eh! 😉

    @gap: mah, la mente mente perché è fetecchia, furba e in fondo insondabile. fidarsi è un atto di fiducia no? a chi stai chiededendo di fidarti? alla mente? ahahahah! 😀
    cmq oggi ho sentito una bella frase: ci sono delle costellazioni nel firmamento, sarebbe bello navigare con passione in buona compagnia magari litigando anche. ecco, credo valga anche per mente e intuizione…due buoni compagni di viaggio -per fare una citazione in più-

  4. ahahah!Non ci avevo fatto caso!Ma in realtà è perchè intendevo che un pò tutti in generale tendono a volere dagli altri quello che vorrebbero essere loro!

  5. oggi ero a milano e camminando mi è sembrata meno ostica per me, forse l’ho lasciata entrare un po’.
    L’intuizione non mente, casomai sbaglia ma non è colpa sua. 🙂

  6. willy, ci pensavo oggi.
    io lascio entrare le cose, lascio che l’intuizione abbia il sopravvento perché ho come contrappunto la diffidenza. mi viene naturale. la diffidenza è la protezione della mia mente. so che quando sono estremamente diffidente -come un gatto!-, spesso la mia mente mente ma so anche che mi portegge. per questo poi posso permettermi di avere estremi slanci di apertura.
    quindi non è negativo se la mente mente. sarebbe bello capire quando lo fa e quale è il suo cotrappunto o qualcosa del genere, insomma.
    ma poi mi spiegai? mah!

    e tu sei venuto a milano e non mi hai detto niente????????????????????????????? mannagghia!

  7. la diffidenza è l’intuizione contaminata dalla ragione che sa come va a finire.
    Mi verrebbe da dire che se parlo di me dico quello che sono e nessuno mi crede.
    a milano ci torno, ma tu ci sei? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...