l'alba dentro l'imbrunire

Home » per una notte e mille d'avanzo » se guardando un film mi parlano di vendetta

se guardando un film mi parlano di vendetta

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

ero stanca stasera, che più stanca non si può.

così ho deciso di vedere un film. ero indecisa se rivederne uno o cedere alla curiosità del nuovo. il fatto è che prima di accendere il lettore dvd devo accendere la televisione.

ed è stato allora che non ho saputo resistere allo zapping.

mi sono imbattuta in un canale che non sopporto ma lì c’era un volto che mi ha colpito. sean penn. un uomo brutto dal fascino discreto che sa incollarmi al video.

mi sono fermata a guardare quel che dicevano.

la protagonista raccontava a sean penn un’usanza africana.

quando un uomo uccide qualcuno e la tribù lo trova, lo mette su un’imbarcazione legato e lo lascia andare lungo la corrente del fiume con le sue rapide verso una morte certa. alla famiglia dell’assassinato vengono offerte due opportunità. può lasciarlo morire ma così è sicura di vivere per sempre nel dolore e nel lutto oppure può decidere di salvarlo e porre fine alla sofferenza e al lutto.

nicole kidman, che prima di andare dal chirurgo plastico era una gran gnocca, conclude dicendo: la vendetta è una pigra forma di sofferenza.

e io sono assolutamente d’accordo.

Annunci

5 commenti

  1. Normale ha detto:

    Alle persone vendicative dico spesso:”MA COME VE NE VA!Tutta energia sprecata!”

  2. Scogliera ha detto:

    io credo che dipenda dalle persone. Per le persone vendicative la vendetta è in realtà catartica e proprio in quanto tale rappresenta l’uscitadalla situazione di dolore e l’affermazione di sé.

  3. neru ha detto:

    @normale: sperecatissima

    @scogliera a picco sulla consapevolezza: sì ma alla fine non ci sono santi, ti resta il fiato corto e un’amaro in bocca che ti sfido a mangiare cucchiai di miele o caramelle alla cannella per liberartene!
    un passo in più ci vorrebbe e senza fare un passo indietro nemmeno per prendere la rincorsa dicevano…

  4. Scogliera ha detto:

    eheh, quanta sagezza 🙂

  5. Elis ha detto:

    La vendetta è solo un modo di convogliare il dolore. Io quando sto male, belo. Come La Capra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: