l'alba dentro l'imbrunire

Home » la posta del cuore » ma dove vai se un kit antinostalgia non ce l’hai

ma dove vai se un kit antinostalgia non ce l’hai

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

ci sono cose che fanno bene al cuore.

una mattina ti svegli, apri un occhio poi l’altro, scopri che è domenica e si va in gita.

un giorno ti siedi a pranzo con un certo ritardo e una fame atavica; voilà il cameriere ti porta la piadina più buona del mondo -sarà la fame ma te la gusti leccando anche le briciole sul piatto-.

un pomeriggio chiudi un libro e pensi che sia il libro più bello che tu abbia mai letto e dici solo porca miseria.

una sera ti danno appuntamento a un angolo della città, tu tergiversi, non puoi rifiutare ti dicono, smadonni, corri per arrivare e poi ti mettono in mano due biglietti per un balletto e sogni.

e poi ci sono cose che.

per cui io.

esondo di gioia.

è stato ieri.

il postino mi ha messo nelle mani un kit antinostalgia.

non avete mai ricevuto un kit antinostalgia? mi dispiace per voi.

è una scatola bianca e rossa con un nastro di raso rosso.

come a natale, con il cuore che ti batte forte e dici chissà cosa c’è. non c’è un motivo vero per avere fra le mani quel pacchetto. e ti piace pensare alla magia. e piano piano scarti e ti emozioni.

e finalmente apri quella scatola. dentro ci sono delle cose. le prendi in mano e gli odori si confondono ai suoni, le immagini ai ricordi e scorrono leggere come durante un film muto.

sorrisi buoni, tazze fumanti, abbracci, parole dette e scritte sulle piastrelle, dolci che ancora ti scende la bava dalla bocca, gente incastrata nelle porte.

e finisce che c’è un biglietto con le istruzioni per l’uso e una data di scadenza.

poi i tuoi occhi s’incollano sui saluti. ti vogliamo bene (e con noi). le giugno girls.

e io vi dico che la gioia mi scavalca. ne potrei regalare qualche chilata. qualcuno ne vuole?

succede che ti chiedi cosa hai fatto e come hai fatto.

e ripensi alle amicizie nate per caso. che poi lo sono un po’ tutte, ma alcune più delle altre. alcune in modo più speciale delle altre. e ricordi una frase di una blogger -rapida- che a te piace molto.

non è il marito di una fata, ma il merito del destino, il fato, che ci ha fatto incontrare.

e pensi alle persone che non vorresti perdere mai. a quelle che ti chiedono se necessiti risate e te le regalano e che vivono di passioni. ché nella vita ci sono frasi da dimenticare e momenti da reinventare.

elis ha inventato per me questo momento. l’ha creato rompendo le acque di casa nostalgia e ho visto e sentito parole e suoni, gli odori dei colori. perché sa che mi manca roma. perché sa essere generosa. perché ci vogliamo bene. già ormai tutti sanno che roma è dove scappo, dove vado a riposare. dove vado a sognare. e se non lo sapevate adesso sì.

ché poi le cose accadono, il chiunque diventa qualcuno. colline che diventano montagne e montagne che si fanno pianure. vedrai che in fondo all’anima c’è una strana magia. la primavera mi risveglierà come un fiore.

e se i conti tornano e il cielo è imperfetto, vado punto e a capo vedrai. se potessi vederti, se potessi sentirmi, ti abbraccerei.

Annunci

11 commenti

  1. Normale ha detto:

    E` vero molto spesso le amicizie nascono per caso.Questo post e` veramente bello perche` hai trasmesso benissimo l`affetto e i sentimenti che caratterizzano le vere amicizie!Anzi le amicizie e basta.Il fatto di essere vere e` sottointeso che altrimenti non sarebbero amicizie.Dici bene il chiunque che diventa qualcuno.
    Belle belle parole! Un inno all`amicizia!

    Giusto per la cronaca ho anche io nostalgia delle serate pazze a Roma e non e` nemmeno tanto che manco da Roma!!!!

  2. Bucky ha detto:

    Uh che bello.
    Non si è capito nulla di quel che conteneva realmente la scatola, ma mi ha ricordato tanto un aviatore che non sapeva disegnare pecore e allora fece una scatola con alcuni bucherelli.

    Lo voglio anche io un kit antinostalgia.

  3. neru ha detto:

    @normale: vedi? casa giugno chiama! qundo ci vado devi esserci anche tu eh!

    @bucky: lo sapevo che sareste stati gelosi! …e curiosi! vedi ci sono cose che se le dicessi non avrebbero per te la stessa magia che hanno per me, perché tu non le ancoreresti ai ricordi! quindi che importa cosa c’era dentro?

    ma chi era l’aviatore?

  4. Elis ha detto:

    Neru, non so cosa dire… Davvero. Grazie.
    Grazie di essere la persona che sei, la persona per cui inventare un kit antinostalgia. Perchè farlo è stato bello come riceverlo, credimi. Mettere da parte come una formica le cose, cercarle per strada, pensare cosa prendere e come giustificarlo… è stato emozionante. Perchè è stato fatto per te, perchè anche io ho nostalgia… perchè quando te ne vai ritorno bambina quattrenne, mentre tutti i miei amici se ne vanno finita la festa di compleanno… e mi viene da piangerei come mi veniva allora… per quel senso di vuoto e di fine di una cosa bella.

    Quell’aviatore di cui Bucky parla, quello per cui mi sto commuovendo ora (perchè sì ho pianto ieri quando ho letto il post ma non sono riuscita a commentare tante le cose da dire, da pensare, da provare), tu me lo hai regalato l’ultima volta ed è stato per me davvero il più bel regalo della mia vita… mi hai lasciato senza parole. E la cosa di cui più mi pento è non esser riuscita a fartelo capire.
    Quell’aviatore per me significa tutto: e tu mi hai dato quello che lui amava e credeva di non riuscire a fare… tu, mi hai dato una scatola coi buchi.

    (E Bucky, mi ripeto, non immagini nemmeno cosa mi hai detto… mi hai fatto il complimento, per me, più bello al mondo. Grazie.)

  5. Normale ha detto:

    Si certamente!Sempre se casa giugno è ancora disposta ad ospitarmi!!!:-)

  6. neru ha detto:

    ^^
    anche a me ha stupito bucky. non ho capito come cavolo sia riuscito a citare proprio lui. tanto è vero che ho creduto che in fondo pensasse ad altro…

    elis lo dico a te come lo direi anche ad altri che in passato mi hanno fatto la stessa affermazione. cosa ti fa pensare che non sei riuscita a farmelo capire? ho capito benissimo. è che non che non conosciamo ancora bene i nostri codici di espressione. hai presente quando i bambini che non sanno contentere la felicità di dicono allargando le braccia ti voglio un mondo di bene? si capisce no, cosa intendono? ecco.

    cmq tu mi commuovi. e adesso prendo e vado nella mia stanzetta a sorridere, da sola, ché non vorrei illuminare troppo milano e oltre.

  7. neru ha detto:

    uh normale non avevo visto il tuo commento!
    sìsìsì w casa giugno! 😉

  8. Sammy ha detto:

    Come chi era l’aviatore???

  9. neru ha detto:

    uffi! mi ha stupito che gli fosse venuto in mente. volevo sincerarmene. OKKKKK? 😉
    davvero, guarda, è incredibile!

  10. Bucky ha detto:

    mi sento quasi offeso, ma per chi mi hai preso?? 😛

  11. neru ha detto:

    ma no! cucciolo! è un complimentone questo! è che non c’erano riferimenti? come mai ti è venuto in mente?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: