di dove sono? questione di stato

carlo è un bambino. ha sei anni. il suo papà è peruviano, la sua mamma viene dalla romania. i suoi genitori si sono incontrati qui in italia, qui si sono amati e qui carlo è nato.

questa estate, il papà ha portato carlo in perù a conoscere finalmente i nonni. i suoi cuginetti e gli amici lo hanno preso in giro dicendogli tu non sei peruviano, non sei nato qui. carlo stava zitto. poi è arrivato il momento di partire. invece di tornare subito in italia, il bambino e i suoi genitori si sono fermati in romania ché anche i nonni materni volevano salutarlo e fargli un po’ di coccole. anche lì gli altri cugini e i loro amichetti lo hanno preso in giro tu non sei romeno, non sei nato in romania, non sei uno di noi.

poi carlo è tornato a casa in tempo per andare a scuola. una sera a cena ha chiesto papà io non sono peruviano come te e va bene, mi hanno detto che non sono nemmeno romeno, però sono italiano vero?

la mamma ha guardato con amore il figlio e gli ha detto -mentre il papà taceva- beh amore mio, sarai italiano quando avrai diciotto anni.

c’eravamo anch’io e jules quella sera a cena. jules mi ha detto bisognerà ricordargli che dovrà fare la richiesta prima di compiere i diciannove anni, o dovrà fare la trafila come tutti gli altri. ho girato la testa, l’ho guardata negli occhi e le ho sussurrato più semplice no? lei mi ha risposto se fosse nato in francia sarebbe francese.

Annunci

4 pensieri su “di dove sono? questione di stato

  1. no. ma sono arrabbiata. se le cose non vanno si possono cambiare e se non si possono cambiare, non me la sento di scappare…ma non credo che in assoluto le cose non si possano cambiare. non potrei perdere questa certezza che a volte credo sia una speranza ma più spesso sono certa sia una certezza…

  2. fa tristezza, ma è già meglio di quello che pensano i leghisti e buona parte di quelli che votano da altre parti, ma poi sotto sotto…
    In Eritrea ho visto un bambinetto da solo, lontano dal villaggio almeno 3 km. tornava a casa da scuola, ho pensato che lui era un cittadino del mondo, lui aveva il futuro, lui avrebbe vinto, non i dinosauri come me.
    notte neru, cambiamenti nell’aria

  3. ma speriamo che i cambiamenti siano nell’aria…Il loto nasce dal sole, lo sai, ma poi, da milleni scompare a noi, quando da lassù, soffia il vento del nord, quando da lassù, soffia il vento del nord.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...