l'alba dentro l'imbrunire

Home » ammissioni » il tempo del risveglio

il tempo del risveglio

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

non c’è niente da fare. non ci riesco.

non ce la faccio, appena suona la sveglia alla mattina, a buttare giù i piedi dal letto e a fare tutte quelle cose che si devono fare per prepararsi ad uscire in modo decente. decente è il minimo. ché poi quando “senti” le persone che non hanno fatto nemmeno quel minimo, la mattina parte davvero male. dico io, almeno cambiati gli abiti se proprio non ti vuoi fare una doccia.

comunque non era questo quello di cui volevo parlare. dicevo, la mattina devo pensare.

insomma vorrei tanto sentire la sveglia, non madonnare, e, con il cervello ancora in stand-by, alzarmi, preparare il caffé, vestirmi, tutto con la noncuranza della non presenza. e invece mi tocca essere presente a me stessa.

suona la sveglia e io per un’ora devo mettere in moto il cervello. ci sarà inquinamento nella mia testa, evidentemente, a furia di tenerlo acceso per riscaldarlo senza partire veramente. devo essere un diesel. devo avere tempo. un’ora pare tanto tempo ma io mi devo ricostruire le mappe, fare i percorsi, devo mettere nei cassetti le cose. una sensazione, un sogno intero, uno a metà, le cose da fare, le priorità della giornata, i vestiti da indossare. insomma un mucchio di roba, un mucchio di lavoro di prima mattina. e chi presume che io stia ancora dormendo, bè un po’ è vero ma anche un po’ no!

Annunci

8 commenti

  1. Sammy ha detto:

    doccia calda subito, appena alzati.

  2. neru ha detto:

    oh io mi addormento di nuovo sotto la doccia clada. mi devo dare una sferzata finale con quella fredda.
    ma come fai. ci arrivi come uno zombie senza nemmeno chiederti chi sei? come ci riesci? suggerimenti?

  3. willyco ha detto:

    il mio bisogno di raccoglimento mattutino si svolge con il mantra della preparazione della colazione: caffè, latte, marmellata o miele, pane tostato, poi il commento dei giornali su radio 3, poi barba e doccia. facciamo 1 ora, compresa la vista mattutina dei tetti dall’alto. Sta a dire Neru che hai bisogno di un tuo programma d’avvio del sistema operativo.

  4. sammy ha detto:

    anche io dormo sotto la doccia… poi però mi sveglio ed esco 🙂

  5. nata ha detto:

    io punto sempre la sveglia 5 minuti prima: mi alzo e la ripunto a 5 minuti dopo…si è da malati ma l’idea di “regalarmi” 5 minuti in più è diventata ormai una dipendenza! c’è solo un inconveniente: capita che mentre sono in trans e vado per spostare la sveglia sposto invece l’ora..e non è bello!
    comunque anche io mi prendo un’ora la mattina per prepararmi…ma i vestiti li ho già scelti la sera prima, quindi ancora non ho capito dove lo impiego tutto questo tempo!

  6. neru ha detto:

    uh anch’io ho bisogno di un’ora dopo l’ora di “eccomi sono davvero nel mondo”?
    cmq sapete che vi dico che la mattina ci si deve coccolare!

    @willy: infatti

    @sammy: prometto che ci provo

    @nata: anch’io c’ho provato ma la sveglia che trilla dopo 5 min mi mette di malumore, invece la cosa dei vestiti alla sera me lo dico sempre e non lo faccio mai. anche qui prometto che ci provo

  7. Normale ha detto:

    Come ti capisco!Anche io la mattina ho bisogno di tempo…in particolare di tempo per pensare!Io come minimo devo mettere la sveglia un’ora e mezza prima!L’altra mattina ad esempio mi sono ritrovata a fissare il vuoto per una ventina di minuti,se qualcuno mi avesse vista da fuori avrebbe pensato che fossi stata pazza,in realtà stavo prendendo tempo e stavo pensando!Alle persone che dicono che il tempo è denaro ,beh io gli sorrido e mi rimetto a pensare!;-)

  8. neru ha detto:

    ti capisco. assolutamente ti capisco e approvo su tutta la linea.
    e devo dire che mi sa che sei l’unica ad aver colto il mio “momento mattina”… uh le bilance… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: