l'alba dentro l'imbrunire

Home » i post degli altri » una vita all’istante

una vita all’istante

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

adesso, qui, ho due modi per raccontarti il tempo che scorre fra le mie mani e come mi sento oggi. il primo lo rubo a lali e al suo blog per curiosi dove l’imperativo categorico è friggere le banane. il secondo a wislava szymborska. mi siedo sulla poltrona, incrocio le mani dietro la nuca e sorrido. non aspetto che passi. non aspetto. ci sono.


una vita all’istante. / spettacolo senza prove. / corpo senza modifiche. / testa senza riflessione.

non conosco la parte che recito. / so solo che è la mia non mutabile.

il soggetto della pièce / va indovinato direttamente in scena.

mal preparata all’onore di vivere, / reggo a fatica il ritmo imposto dell’azione. / improvviso, benché detesti improvvisare. / inciampo a ogni passo nella mia ignoranza. / il mio modo di fare sa di provinciale. / i miei istinti hanno del dilettante. / l’agitazione, che mi scusa, tanto più mi umilia. / sento come crudeli le attenuanti.

parole e impulsi non revocabili, / stelle non calcolate, / il carattere come un cappotto abbottonato in corsa- / ecco gli esiti più penosi di tale fulmineità.

per provare prima, almeno un mercoledì, / o replicare ancora una volta, almeno un giovedì! / ma qui già sopraggiunge il venerdì / con un copione che non conosco. / mi chiedo se sia giusto / (con voce rauca, / perché neanche l’ho potuta schiarire tra le quinte).

illusorio pensare che sia solo un esame superficiale, / fatto in un locale provvisorio. no. / sto sulla scena e vedo quanto è solida. / mi colpisce la precisione di ogni attrezzo. / il girevole è già in funzione da tempo. / anche le nebulose più lontane sono state accese. / oh, non ho dubbi che questa sia la prima. / e qualunque cosa io faccia, / si muterà per sempre in ciò che ho fatto.

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: