la linea di confine

è solo un cane, eppure mi ha sorpreso.

gli misi un guinzaglio e lo portai a spasso per i campi in vestaglia e stivali. se vi sembra eccentrico ricordatevi che la mia anima era stata messa a nudo e non c’era modo di rivestirla. perché rivestirmi se non potevo ricoprirmi?

volteggiava nel suo caldo pelo, di nuovo felice perché era libero e perché aveva un padrone. tutta la vita è una lotta per raggiungere quest’equilibrio: la linea di confine fra libertà e appartenenza. mi è capitato a volte di sacrificare la libertà per l’appartenenza, ma più spesso ho rinunciato alla speranza di appartenere. inutile cercare di ritornare allo stato d’innocenza e di accettazione dell’animale o del bambino. bisogna arrivarci con consapevolezza. volteggiare in una felicità pari alla sua, questo è lo sforzo di tutta una vita.

jeannette winterson

a me è capitato a volte di sacrificare l’appartenenza per la libertà ma mai ho rinunciato alla speranza di appartenere. perché appartenere da liberi è come la luce del mattino che piano illumina tutte le cose.

Annunci

7 pensieri su “la linea di confine

  1. appartenere ad un proprietario amoroso è una gioia per un animale, ma se quel proprietario ignora, maltratta, vuol solo tenere a catena è una triste condizione appartenere

  2. @willy: ma non se sei sulla tua strada alla ricerca della libertà che non vuol dire essere senza legami

    @sammy: esatto. e non c’è niente da perdere

    @elis: mia grande ti stavo pensando mentre scrivevo il post. pensavo a te e al tuo principe…

  3. parlavo d’altro e cioè dell’amore che appartiene e richiede una corrispondenza amorosa: la libertà e i legami accettati non si contraddicono,anzi fa parte della libertà il legame e la capacità di scioglierlo. Diversa l’appartenenza senza amore che genera sofferenza. Del sublimare non dico nulla.

  4. @elis: eheheh. pensavo a voi per quella parola appartenenza su cui tanto insisti… 😉

    @willy: le corrispendenze amorose sono merce rara su questo pianeta caro willy
    perché no? cosa vorresti dire del sublimare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...