gli amori asimmetrici

ehi tu, che parli di amori asimmetrici, non mi piacciono. fanno male.

ehi tu, che parli di amore assoluto. ma quando mai?

ehi tu, sei cinica.

ehi tu, sogni.

mi piace il sogno, e mi fa spisciare il cinismo. ho un’amica cinica, è il mio mito personale. la donna più cinica che conosco. e lei, alla fine dei conti, sta vivendo la vita più lineare e pulita che si possa immaginare.

dunque si parlava di amori asimmetrici, che fanno male. uh, direi di sì. c’ho ancora ‘na stilettata qui dietro ma un po’ vicino al fianco che mi infastidisce non poco.

però signori miei, e lo metto nero su bianco, io dico che fanno bene perché si impara l’amore. e poi comunque sono la nostra quotidianità. in fondo, quanti di noi sono così fortunati da poter vivere un amore simmetrico? suvvia, quando mai? quanti saranno? una manciata o poco più? metta la mano qui sotto chi è stato così fastidiosamente fortunato. vi vedo, eh, che vi state guardando in giro fischiettando. con quell’aria vaga, fate finta di niente ma tana per voi!

è che non ci si pensa ma non sono tutti brutti gli amori asimmetrici.

ho giusto qui a portata di mano qualche esempio a caso.

buio, per favore. slides, prego.

ora guardate quel bambino cinquenne che mentre esce di casa si imbatte nella vicina trenenne. le sue piccole viscerine hanno un sobbalzo. ma che dico, uno sbudellamento. si gira tutto su se stesso, piega la testolina e pronuncia quel fatidico ehhhhh.

avanti, grazie.

lo potete vedere il nuovo cyrano, ingrato al suo aspetto, spasimare per la bella rossana? ha parole dolci e lievi come seta e un destino crudele.

prendete pure i fazzoletti. asciugatevi con calma. avanti, prego.

ecco ora un tipico esempio di femmina felice. innamorata, sposata, prole. e il marito? dov’è il marito. azz, scusate è un attimo nel bagno dell’ufficio per una sveltina.

vabbè quisquilie, andiamo pure avanti.

sulla porta una ragazzina esce. sta andando al concerto del suo cantante preferito. gli ha scritto milioni di lettere. è convinta che prima o poi lui cederà, la inviterà gratis a un suo concerto, la farà andare nel backstage e si innamorerà perdutamente di lei.

la prossima. avanti.

c’è quella ragazza della scala c. non è niente male. non vi pare? ha avuto una storia da urlo. è finita, poverina. ha giurato ne non soffrirà più così tanto. sapete, domani si sposa. è un ragazzo che trova piacevole. ci farà l’abitudine.

ecco, signori. un piccolo assaggio. piccoli casi qua e là. non esaustivi chiaro. non significativi. purtuttavia reali. e in mezzo? in mezzo c’è il mondo. ci sono forse io e ci sei forse tu.

forse non lo sai ma l’amore asimmetrico è dietro l’angolo. e guarda te.

Annunci

14 pensieri su “gli amori asimmetrici

  1. sei in crescendo Neru, presidente del comitato per la rivalutazione degli amori a geometria variabile.
    Non mi piacciono gli amori asimmetrici, fanno male. Però sono sopportabili se la dignità non si perde per strada. Perchè il vero discrimine in amore, per me, è questo, tema libero ma non prendiamoci per il culo. Non mi ami? pazienza, ma non farmelo credere. Non mi vuoi? lasciami andare. Ecco questa è l’asimmetria compatibile. Quasi mai si sente la stessa cosa, ma è il vuoto che fa paura, soprattutto se si spaccia per pieno.

  2. uh addirittura presidente! vote for president!

    mah, io dico che la dignità è personale. la dignità va esperita e pretesa.
    ma scusa willy perché pretendi cose che poi siamo noi stessi a costruire? per dire, spesso siamo noi a credelo, siamo noi a non voler lasciare andare…mi spiego?

    nel vuoto puoi anche cercare di spiccare il volo. c’era una bella frase della gabbianella e il gatto. mo’ la vado a ripescare e te la scrivo?

    il rintronato? boh! guarda che si tratta di una conversazione!

  3. paura vera! gli amori asimmetrici sono gli amori incompleti, persi, lasciati a metà, sono i vuoti, gli sbagli, sono le radici degli alberi che fanno inciampare, sono come il sole negli occhi mentre guidi verso una curva

  4. messa così sammy mi sto già coprendo gli occhi. nono.
    è che viverli in effetti è una gran rottura di palle, leggerli è molto più semplice.
    sempre più apocalittico caro mio. dovrò commentare quel tuo post. ma allora la fine del mondo quand’è? quest’anno? il 2012? quando quando? 😉

  5. ecco. mi pareva.
    ma cacchio, non aspettano nemmeno il mio compleanno?
    ingrati.
    vabbè facciamo il post degli ultimi desideri?

    apropò ma chi l’ha detto? nostradamus? il mago othelma?

    qui da queste parti avevamo un mago alla modissima. madò non mi ricordo più il nome! taco, myskin aiutatemi! chi si ricorda? ne parlavo l’altro giorno proprio con taco! mannaggia dovremmo raccontare la sua storia e interpellarlo! poi ci fa gli influssi magggicci…

  6. seeeee…………

    e tutti i film strappalacrime americani con super lieto fine con tanto di tramonto e amore iperequicomparato-simmetrizzante? Vorrai mica dire che ci hanno mentito per tutti questi anni!
    Ma allora la tv non ti ha insegnato nulla!?
    Gli amori simmetrici sono praticamente la norma!!
    te lo dice uno che ha 2 gambe 2 occhi 2 mani e pure due punti di vista simmetrici!!

    Basta con le classificazioni! Cosa significa avere una amica cinica dalla vita lineare? E se io avessi un amico partecipe con la vita spiegazzata si sbranerebbero? o si annullerebbero come 2 fotoni di opposta carica??

  7. FULIGGI: tu hai letto troppi libri di nicholas sparks e visto i film tratti dai soi libri! tu non stai bene.
    allora:
    1. vediamo tutti poca televisione, donc?
    2. oh silvestri de noialtri!
    3. io non ho mai conosciuto un tuo amore simmetrico. vogliamo parlare di una fanciulla londinese in shopping? 😉 e la tua faccia non è simmetrica. sei morbidoso qua e là come la tua gracilità 😉
    4. presentamelo! voglio un uomo partecipe con la vita spiegazzata! è lui è lui! con me con me! son l’altra parte del magnete, la metà della mela, l’incudine e il martello, dove batte il chiodo… 😀

  8. letto!
    allora dopo, cioè stasera, stanotte, domani mattina chennesò anche qui si fa. ci metto una bella scritta. i tuoi ultimi desideri.
    e mi dovete dire due cose:
    1. cosa farete da qui al 10
    2. cosa desiderate prima che avvenga
    uè ma che apocalisse insaid!
    cmq la fine dell’estate fa male…
    dai cantate con me e i righeira brotherssss “l’estate sta finendo, e un anno se ne va, sto diventando grande, lo sai che non mi va. in sipiaggia di ombrelloni….nananana nana naaaaaa….la-languidi brividi come il ghiaccio bruciano quando sto con teeeeee…ba-baciami siamo due satelliti in orbita sul marrrrr”

    smuack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...