peggio di un bastardo

«in altre parole io sono tre. il primo, sempre nel mezzo, osserva tutto con fare tranquillo, impassibile, e aspetta di poterlo raccontare agli altri due. il secondo è come un animale spaventato che attacca per paura di essere attaccato. Il terzo infine è una persona gentile, traboccante d’amore che lascia entrare gli altri nel sancta sanctorum del proprio essere e si fa insultare e si fida di tutti e firma contratti senza leggerli e accetta di lavorare per pochi soldi o anche gratis, e quando si accorge di cosa gli hanno fatto gli viene voglia di uccidere e distruggere tutto quello che gli sta intorno compreso se stesso per punirsi di essere stato così stupido. ma non può farlo – allora si chiude in se stesso.»

«chi di questi è reale?»

«tutti sono reali.»

«quello che osserva e aspetta, quello che attacca per paura, e quello che ha voglia di fidarsi e di amare e si ritira ogni volta che si scopre tradito. mingus numero uno, numero due e numero tre. qual è l’immagine che vuoi mostrare al mondo?»

«che importa di cosa vede il mondo, sto solo cercando di capire come mi sento dentro. sono tutti contro di me, questo è un fatto che non posso cambiare – non vogliono che abbia successo.»

da charles mingus, peggio di un bastardo – autobiografia di charles mingus, ed. baldini castoldi dalai

pensavo che parole come queste appartenessero soprattutto agli artisti, poi a chi ha un animo artistico. ora ripensandoci, penso che sentirsi uno e trino inchiodato a una croce appartenga a tutti prima o poi nella vita.

13 pensieri su “peggio di un bastardo

  1. sì è meglio scegliere. sceglierei anch’io il terzo ma mi sento tanto il primo…mi rimangono le primarie e la tragedia del risultato??? che facciamo cambiamo gli elettori? ci cambiamo?
    per me vive di più il primo ma il detto dice che chi visse aspettando, morì… 😉

  2. già è forse meglio. con regolarità? come la purga? dopo i pasti? ogni tanto? intanto adesso vado a farmi la doccia…ciao.

    -psss, willy…è il caldo? 😉 –

  3. allora viva il caldo!
    sì anche tu. stanotte ho augurato a un po’ di persone dei bei sogni…c’è una luna bambina che si dondola felice. bella. cacchio se è bella. poi nelle orecchie ho ancora le note di paolo fresu. allora lancio anche per te un po’ di polvere di sogni. fammi sapere al risveglio!

  4. sogni strani e interessanti. Sogni Jazz con salsa lunare.
    E’ andata così e ho visto la luna stanotte con una nuvola lunga frangiata dalla luce.
    Buon giorno Neru

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...