i miei molteplici usi di una vaschetta e non è una sozzoneria

i paesi nordici non ce l’hanno. noi sì. noi siamo i terroni dell’europa. insomma milano è a sud anche se sta a nord. ché poi, visto che la terra è rotonda, per chi sta a sud quelli al nord sono al sud, per dire. vabbè. -rio mi sbaglio?-

ma cos’è che non hanno a londra, ad esempio? il bidet non hanno.

mi sono sempre chiesta se era una questione di latitudine, di caldo -ma anche qui a volte fa freddo, prendi sabato avevo il maglione di lana e adesso schiatto di caldo- di pulizia, di igiene -al nord sono più sozzoni?- o di qualche strana abitudine che si è voluta estirpare. mi sono informata e ho notato che ognuno dice la sua.

io però oggi vorrei fare un elogio del bidet, perché in questi anni se non avessi avuto lui, non so come avrei fatto. a mio modo di vedere, il bidet ha molteplici usi.

appena arrivata in questa casa, che poi è una stanza, cioè un monolocale col bagno triangolare e l’angolo cottura che è proprio un angolo ottuso -oh che volete? una casa deve rispecchiare la proprietaria!- ecco dicevo, appena arrivata, ho vissuto per un lungo periodo senza cucina. anzi a dire il vero senza niente o quasi.

avevo il letto, un fornello elettrico -sìsì cipi te lo presto, promesso-, uno sgabello alto ikea, lo sgabello rosso -ah, per la cronaca, ormai è inutilizzabile per sedersi così adesso sono su una sedia pieghevole ikea azzurra; però lo sgabello è accanto a me, non lo voglio lassà, ci ho messo sopra il dizionario, delle foto, un cd, un libro della szymborska e gli occhiali da sole- insomma continuando con l’elenco delle poche cose che avevo, ci devo aggiungere solo un carrello ikea che mi faceva da tavolo e una cassettiera.

allora mi facevo da mangiare, mica come adesso che è tutto un corri corri -ma non avevo il blog prima!-, e ci impiegavo un sacco di tempo -è un casino imparare ad usare i fornelli elettrici- e così, dicevo, facevo da mangiare e sporcavo le posate, i piatti, i bicchieri. brava, potreste dire perché non usavi quelli in plastica? ma sì che li usavo, solo che dopo un po’ era una spesa e mi rompevo le palle. il campeggio è bello se è limitato. ogni tanto, mi facevo qualche regaluccio, tipo la cena per terra sui piatti normali appoggiatti sopra un telo -quello blu con gli elelfanti- e le candele accese, cose così.

e ora arrivo al punto della questione. dove lavavo i piatti? senza cucina, senza lavabo? nel bidet ovviamente. poi la bacinella con lo scolapiatti la riportavo nell’angolo dove ci sarebbe stata la cucina. non ho mai lavato bene come allora, nemmeno adesso mi vengono così belli i piatti e mi diverto di meno.

vabbè stasera sono di corsa. vado a vedere i nouvelle vague. ho fatto la doccia ma non ho lavato i capelli. mi sembravano a posto, adesso no. così ora appena smetto qui me li lavo nel bidet. già provato. vengono bellissimi.

14 pensieri su “i miei molteplici usi di una vaschetta e non è una sozzoneria

  1. ehi! quanti particolari che vuoi sapere!
    vabbè te lo dirò. non sempre. è più comodo stare seduti per terra. sarà perché amo di più stare seduta per terra, non saprei…
    a star seduti sul water dopo un po’ ti fa male la schiena…

  2. e fai bene! se tu fossi ricco andresti a mangiare fuori tutti i giorni. ma anche se lo fossi ti consiglio di arrangiarti. è tanto più simpatico. …e appagante. io mi sono divertita un sacco.
    bè, comincia a mettere via i soldi. prima o poi il passo s’ha da fare, no?

  3. hihihih
    il nord ed il sud sono punti geografici assoluti (anche se il nord magnetico e quello fisico [cosi’ come il sud] non coincidono per cui le bussole indicano il N magnetico e non quello geografico)
    Est ed Ovest sono punti geografici relativi (dato che la terra ha un solo asse di rotazione e non vedo come potrebbe essere altrimenti )

    Lacio Drom
    Rio

  4. queste sono le piccole gioie di avere una nipotina. mi sa che si inizia da bambini ad apprezzare il bidet! anch’io mi ci lavavo i denti e giocavo con l’acqua. ah, che bei tempi!

  5. Io lo usavo come piscina per le Barbie… e quando volevo il mare mi trasferivo sul lavandino, e facevo anche le onde, le mettevo distese a prendere il sole sulla riva..

    ero fashion già a tre anni eheh.

  6. mettevi le onde distese a prendere il sole? fico! (lo so lo so che c’è una virgola. ma mi fa figo leggere la frase così!)
    😉
    ma dov’è la riva del mare sul lavandino per le barbie?
    oh, gesu il caldo mi ha dato alla testa!

    cmq ecco perché io, che volevo fare le onde sul bidè, avevo sempre tutto il pavimento pieno d’acqua! nun ze puozzono fà le onde sul bidè!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...