l'alba dentro l'imbrunire

Home » Uncategorized » aspetto. ma con quale aspetto?

aspetto. ma con quale aspetto?

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

una partita è tutta una questione di tempo. (maurizio zottarelli)

mi domando di quale tempo stiamo parlando. che poi quante volte vi hanno detto potresti usare meglio il tempo invece di perderlo così. perderlo? e se lo vincessi? questo dicevo a mia mamma quando pigramente ciondolavo in cerca di pensieri belli.

un giorno all’improvviso, sbucando da un angolo, il cappellaio disse se tu conoscessi il tempo come lo conosco io non parleresti di perderlo.

chissà con chi stava parlando. impiegai del tempo a capirlo. mi chiesi se lo conoscessi. avete mai parlato con il tempo? io credo di sì, quante volte gli ho detto che mi mancava. mi fa gli scherzi lui è monello. mi sfugge e lo lascio fare. ma chi lo conosce poi il tempo?

alice no. lei sapeva solo che doveva battere il tempo quando studiava musica.

ah! questo ne è la prova – disse il cappellaio.

egli non sopporterà di essere battuto. infatti se ti tenessi in buoni rapporti con lui, egli farebbe fare all’orologio quello che vuoi – continuò.

si dovevano essere allontanati mentre mi ero distratta un attimo, perché non li vidi più. da lontano si sentiva cantare.

sopra il mondo tu voli,

come un vassoio nel cielo

strizza, strizza…

la foto è di bradley trevor greive

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: