res publica

Quanto spesso non udiamo il buon popolo di Norvegia parlare con intimo compiacimento della prudenza norvegese, che in fondo altro non e’ che quella tiepida temperatura sanguigna che rende impossibile alle anime probe commettere una follia in grande stile. Il gregge e’ bene addestrato, non si puo’ negarlo; e’ di un’uniformita’ nel suo genere perfetta; simili per tutti il passo e la cadenza.

Quaggiu’ a Roma , credimi, e’ diverso! Chi venendo dal Nord e’ riuscito a conservare una traccia di umanita’, scopre, da queste parti, che c’e’ qualcosa di meglio che avere una mente lucida, e sarebbe possedere un’anima integra. So di madri del Piemonte, di Genova, Novara, Alessandria, che hanno ritirato i figli quattordicenni dalle scuole perche’ partecipassero all’avventura di Garibaldi a Palermo; e non era tanto questione di liberare la propria terra, quanto di realizzare un’idea; quanti dei nostri parlamentari credi farebbero lo stesso, se i russi invadessero il Finmark?

Da noi le cose diventano impossibili, appena eccedono la misura del quotidiano.

Da Henrik Ibsen a Magdalene Thoresen, 1865.

Tratto da “Vita attraverso le lettere”, Iperborea

************

************

************

Il sogno

di Olav Hauge -poeta norvegese-

e’ quel sogno che portiamo dentro

che succeda un miracolo

che debba succedere

che il tempo si apra

che i cuori si aprano

che le porte si aprano

che la montagna si apra

che le sorgenti sgorghino

che il sogno si avveri

che una mattina planeremo

verso un porto che non sapevamo esistere

2 pensieri su “res publica

  1. ibsen sembra parlare di un’italia e di un italiano così distante e lontano nel tempo. Son passati cent’anni e pesano tutti sulla schiena degli italiani, eh?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...