dove ho la testa?

non mi trovo, l’ho scritto. mi sento sospesa. credo di averlo detto.

mi chiama mia sorella.

uh, ciao allora tutto bene?

sì, credo.

sehhh sorellina. oh fregantene. di tutto.

poi è il turno di mia mamma.

allora come va?

uhm, bene.

e poi?

come poi?

bene lo si dice per convenzione.

dolori qua e là ma me la cavo.

notizie nuove?

no, ancora no.

ma come?

che vuoi che ti dica?

la gente è proprio stronza a volte.

mamma!

ma sì. tu non ti preoccupare.

no, figurati.

ricordati che bisogna avere tanta forza. non mollare.

Annunci

6 pensieri su “dove ho la testa?

  1. come va Neru?
    Davvero, sotto sotto.
    Ti auguro un desiderio stabile e mutevole, che ti segua come un’ombra affettuosa. Mi piace pensare che cambi, volendoti bene.
    Qui c’è il sole

  2. me lo ha chiesto anche coltrane. dice che dai miei post si sente una vena malinconica.
    malinconica primavera forse. troppi cambiamenti forse. qualche -troppe- nostalgia che riaffiora-. persone che mi mancano, chiacchiere che mi mancano. e il nuovo è ancora da costruire.
    mi servirebbe un bel bastone nodoso, quelli che si trovano sui sentieri e che prendi per aiutarti nel cammino fino in cima e poi tieni con te per la prossima volta e poi perché se l’hai scelto in fondo ti piaceva ecc ecc.

    adesso prendo una retina e cerco di acchiappare quel desiderio. grazie willy

    sul cambiare…ecco…ho appena scritto un post…non credo di riuscirci davvero…

  3. ora non te ne rendi conto, ma quel bastone tu ce l’hai: è la tua forza nel continuare ad andare avanti nonostante tutto; e non è poco.

    Vedrai cara Neru che verrà un tempo migliore..e spero di esserci per vederlo 😉

    cmq in un certo senso ti capisco, mi sento anch’io “sospesa” 😦

  4. Cara, ti dico una cosa che dicevo sempre alla mia amica sin dai 13 anni -quello che poi è stato il nostro motto, e lo è ancora… perchè mai è stato confutato- : QUANDO MENO TE LO ASPETTI.
    Vedrai, un giorno in cui sarà tutto buio, in cui i tacchi di quella di sopra ti saranno molesti, in cui il mondo intero ti sarà molesto e vorresti pigiare il tasto mute, succederà qualcosa…
    E sarà ancora più bello, perchè qualcuno ti darà dei grossi pennarelli colorati con cui disegnare la tua vita.
    Devi solo smettere di pensarci, accettare che adesso non va bene, e la vita si incazzerà parecchio, e si mostrerà a te solo per farti vedere che è lei ad aver ragione… chè è una stronza egoista, ma è così bella…

  5. “la vita si incazzerà parecchio” mi piace da morire e adesso la scrivo sulla parete della mia cucina.
    elis cara me lo dicono in molti e credo che abbiate ragione. però. ho una domanda. anch’io penso che quando tutto è buio e molesto c’è spazio per il nuovo ma cosa succede quando il soggetto non vede buio e molesto? è difficile che per me sia tutto buio, è diffcile che qualcosa mi sia molesto a meno che non si tratti di violenza. è questo il fatto. io non creo le condizioni. non è che ci penso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...