l'alba dentro l'imbrunire

Home » Uncategorized » piccola faccia lei

piccola faccia lei

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

ma allora te ne vai?

non esattamente

ci rivediamo ancora?

la sai che non è vero

perché? misuri l’amicizia sulla quantità o sulla qualità?

il tempo smorza

avresti dovuto saperlo che sono senza tempo e non perché sono più forte di lui ma perché mi passa attraverso. non è lui che non mi prende, sono io che non so afferrarlo. non porto orologi e non sono mai puntuale. arrivo quando arrivo ma ci sono sempre. non perdo i treni e arrivo un minuto prima che inizi lo spettacolo. il tempo mi abita, lui passa, io lo so. so dirti che ore sono più o meno ma non me ne importa. però forse hai ragione tu e questo è l’inizio del nostro perderci.

è quello che penso ma non mi escono le parole, semplicemente alzo la testa. lei esce dalla porta e resto sola.

guardo il video ma non vedo niente. sono svuotata. non ho più energie. in questi casi essere donna è una fortuna, puoi dare la colpa agli ormoni.

non sono mai stata brava con il cubo di rubik, non so trovare l’incastro giusto. non so completare le facce. eppure mi basterebbe una piccola faccia per sentirmi a posto. la mia.

oggi non mi trovo. una scrittrice dice che non vediamo le cose come sono loro ma come siamo noi. e io sono stanca. stanca di cambiare lavoro, di rimettermi in gioco con le velocità della luce.

domani inizia il mio nuovo lavoro o meglio la mia terza via. nuovi orari, nuove relazioni da costruire, vecchi rapporti da ricollocare. di nuovo a incastrare tutto per l’ennesima volta con la sensazione di essere agli arresti domiciliari. e improvvisamente mi sento vecchia o forse solo sola. non posso scappare. non posso correre fra le braccia di qualcuno e chiedergli di salvarmi. non posso fare finta di niente. non posso tornare indietro.

e arriva il momento di tornare a casa. silenzio. nessuno mi chiama perché sanno che quando mi sento di passaggio, voglio stare senza parole. non ci sono parole da dire, ci sono solo spazi da colmare. accendo le candele, mi fa compagnia la voce di hope sandoval. mi stendo sul divano e lascio che la paura e la tristezza scivolino via.

Annunci

21 commenti

  1. fuliggians ha detto:

    il fatto è che voi donne fate un purpurì di tutto quello che provate, e mescolate con tutto quel che vi capita. Il risultato è confondere la solitudine con la vecchiaia, le nuove esperienza con la stanchezza, la precisione con il portare l’orologio. E ricorda che con il cubo di Rubik non si cerca di fare degli incastri, perchè la forma si conserva, non cambia. E’ una metafora proprio del fatto che non si tratta di cercar nuovi incastri (chissà dove poi), ma dare un colore più piacevole alla forma che si ha. (son troppo lanciato oggi!).

  2. neru ha detto:

    cherì è per questo che le donne piacciono agli uomini! olè
    non mi ami ancora più follemente oggi? 😉

  3. Bucky ha detto:

    neru consigliami qualche libro!! devo fare un’acquisto online obbligato e visto che ci sono voglio raggiungere la soglia per la spedizione gratuita, te mi sembri una lettrice navigata e sapiente… 😀

  4. Bucky ha detto:

    uhm.. ho prima commentato e poi letto il post, forse avrei dovuto scrivere da un’altra parte…

  5. neru ha detto:

    no non lo puoi sapere ma è il commento perfetto! davvero!
    allora per aiutarti devi aiutarmi. se dovessi dare un titolo così dal nulla ti direi qualcosa per me ora. allora mi devi dire un aggettivo o un nome che ti vengono in mente così d’istinto o la pima cosa che ti passa per la testa. poi ti do un titolo. ti va questo gioco?
    oh, non sono così navigata e sapiente. anzi. ma ci provo lo stesso a darti qualche titolo. magari fuliggi, myskin o didg possono darmi una mano… 😉

  6. Bucky ha detto:

    ma guarda che io non ti rendo la vita facile… Blu, caffè.
    va bene? 😀

  7. neru ha detto:

    va bene ma aggiungo bestia!
    allora ho fatto anche un salto sulla tua libreria anobii che mica mi ricordavo i gusti. secondo me fuliggi è la persona più indicata per darti consigli. detto questo ho fatto una lista. hai fretta?
    mo’ ti scrrivo la lista a cui ho pensato e domani la riduco a due. e poi tu fai un po’ quello che ti pare! 😉 uff che fatica!
    allora:
    la versione di barney di richler
    il giovane holden di salinger
    la moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo di niffenegger
    il cavaliere inesistente di calvino
    due di due di de carlo
    lo hobbit di tolkien
    il fumetto calvin&hobbes di watterson
    se vuoi le motivazioni devi dirmelo sennò ciccia! 😉

  8. Bucky ha detto:

    Pensavo fosse più semplice 😉
    te ne scarto già tre:

    La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo, già letto, bellissimo.
    Due di Due, abbandonato, non mi aveva proprio preso.
    Il cavaliere inesistente, non l’ho letto ma ho già il libro.

    ah escludo anche calvin and hobbes perché mi sono innamorato della raccolta completa (cento e qualcosa euro, ahimè), e mi son detto “o quella o niente”…

    insomma te li ho scartati quasi tutti 😛

    Non ho fretta, ma la spedizione gratuita è fino a domani. (altrimenti su ibs è fino al 2 giugno).

  9. Bucky ha detto:

    e comunque non voglio le spiegazioni precise, ma come sei arrivata a dirmi quei titoli con: blu caffè bestia? 😀

  10. neru ha detto:

    miii che palle che fai! 😉
    no, bimbo non me li hai scartati tutti. ma ho capito due cose:
    1. non è fuliggi che deve consigliarti ma didg -mo’ vado nella sua libreria, le frego un titolo e te lo passo-
    2. ho capito il tipo d’animo e mi sento un geniooooo!

    sta cosa di aggettivi e parole per capire gli abbinamenti è troppo una genialata -ecco…magari adesso la modestia non è una priorità!-

    ora come ora, allora, direi il giovane holden.

    ah, per quanto riguarda calvin&hobbes. adesso aspetti di comprare il massimo a 102 euro poi quando l’avrai comprato prenderai anche gli altri. perciò comincia a prendere gli altri vah! certo che quel fumetto è un salasso. a sto punto prova a leggere anche ratman, ti divertirà! …e costa meno…

  11. neru ha detto:

    uhhh non avevo visto il secondo commento!
    ora sono di corsa. però. vediamo se riesco a farmi capire che ultimamente scrivo un po’ troppo ermetica!
    intanto bestia era per te! ora è per me ? 😉

    la parola chiave è la prima, cioè blu. la seconda spiega la prima, in questo caso, il tipo di blu. blu si associa a tante cose: al cielo, al mare, all’umore. il blu di picasso aveva un senso, anche il blues lo ha. ok?
    poi associo le parole a un’immagine. in questo caso ho pensato a una persona, seduta su una sedia accanto al tavolo di una cucina con una tazza di caffè in mano. quella persona guarda fuori dalla finestra il cielo e le nuvole che passano. quello è il suo orizzonte.
    perciò il tuo blu per me è pensiero e ali.
    i libri che avrei dovuto trovarti dovevano essere storie, riguardare viaggi, soprattutto del pensiero. viaggi leggeri e strutturati. et voilà!

    ok mi sono sputtanata definitivamente. giuro di essere una persona normale però!

  12. willyco ha detto:

    non puoi scapparti Neru, se te ne rendi conto e ti guardi, vedi la tua forza e la tua bellezza.
    Chissà perchè in questo periodo i problemi assomigliano poco ai lego e molto alle fusioni di ghisa.
    Naturalmente i miei.
    Notte bella Neru

  13. neru ha detto:

    uh, ma io arrossisco! no, sono una tonna altroché! però è vero che non si può scappare a se stessi!
    ma quali sono i problemi che assoigliano alle fusioni di ghisa? sono i mattonazzi che non vanno né su né giù, un po’ come mangiare del fritto unto e freddo con la pancia scoperta? proprio non colgo. mo’ ci penso su. mumble mumble…
    notte willy

  14. Bucky ha detto:

    Che Giovane Holden sia. 🙂
    Poi un po’ tipo incazzoso lo sono, dovrebbe andar bene.

    Certo che te fai dei viaggi peggio dei miei 😀

  15. neru ha detto:

    ehhhhh, mi sa! 😉
    ecco per me potreste essere fratelli! ma poi quando hai finito di leggerlo mi devi dire, eh! anzi vorrei che ci scrivessi un post che posterò. ok?

  16. willyco ha detto:

    i problemi che non possono scomporsi e che sono pesanti, sono fusioni di ghisa. L’esempio del fritto va bene, ma non mangio fritto freddo. Gourmet per necessità.
    Ti mando un consiglio musicale: der rosenkavalier di Strauss diretto da Carlos Kleiber.
    Notte adeguata ai sogni, naturalmente belli.

  17. neru ha detto:

    ti dirò. nemmeno io mangio il fritto freddo! l’unica cosa che mangio in tutte le possibili condizioni anche quando fa schifo alle bocche buone è la pizza. i love pizza!

    willy stanotte mi si è infranto un sogno. ma non demordo. ma si può sognare solo ad occhi aperti? com’è che io voglio realtà e finisco per cullarmi nei miei sogni?

  18. willyco ha detto:

    tu lo sai cosa vuoi in realtà, a volte ti racconti delle storie perchè quello che desideri ti fa paura. eppoi non si può sempre vivere secondo desiderio, ma sapere quello che si vuole e dirlo questo sì.
    Non rinunciare ai sogni, rinunceresti a te e alla tua realtà.
    Stai bene Neru

  19. willyco ha detto:

    tu lo sai cosa vuoi in realtà, a volte ti racconti delle storie perchè quello che desideri ti fa paura. eppoi non si può sempre vivere secondo desiderio, ma sapere quello che si vuole e dirlo questo sì.
    Non rinunciare ai sogni, rinunceresti a te e alla tua realtà.
    Stai bene Neru

  20. ARKIKA ha detto:

    ANCH’IO CONSIGLIEREI iL GIOVANE HOLDEN, DAI POSTIAMO!

  21. neru ha detto:

    WILLY: touché. comunque si può dirlo ma non pretenderlo …sono troppo viziata perché questo non mi mandi in bestia! ma poi ringrazio per le pieghe che mi fa prendere la vita. boh, sarò viziata e conciliante, non so! non potrei mai rinunciare ai miei sogni ma sai la paura di viverli, vero?

    ARKI: postiamo che? tutto il giovanotto holden? cosa tesoruccio di mamma? ma che stai a dì? facciamo i consigli? oggi ho parlato tutto il dì di libri! e ho avuto una conversazione interessantissima su camilleri…posterò questo. non ora che vò in cozzeria con conni& and the others, poi alla casa 139 di nuovo. ci raggiungi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: