passo e ripasso

stasera c’era la cena di famiglia.

mio papà è arrivato baldanzoso portandomi un foglio scritto da me tanti anni fa, finito in chissà quale angolo della casa in campagna.

avevo quindici anni. alla fine del foglio ho letto:

che problema però la vita. a volte vorrei dare un calcio a tutto e non pensarci, rinchiudermi dentro un guscio e vivere di sogni. ma come si fa? mi accorgo sempre di più che non si può.

se oggi mi chiedessero a quale animale assomiglio di più in questo momento, direi a un salmone.

e ora borges mi lascia fra le righe di un libro queste citazioni:

una vita riuscita è un sogno di adolescente realizzato nell’età matura. alfred de vigny

di tutta la memoria soltanto vale il dono illustre di evocare i sogni. antonio machado

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...