l'alba dentro l'imbrunire

Home » tonalità e colori » partita

partita

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr





tomba brion

Altre foto

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

eravamo quattro amici al bar. eravamo agguerriti. eravamo naufraghi, desiderosi di colonizzare. qualcuno era lost. eravamo noi. tre alcolici e dell’acqua per la donna che ha le rane nella pancia. torta salata e cioccolata. la prima si lasciava mangiare con gli occhi, aveva delle curve sinuose e un colorito niente male. i loschi figuri se la divoravano con gli occhi ma le preferirono le palle di mozart per avere maggiore dominio della situazione che diventava minuto dopo minuto più accesa.

la partita era iniziata e gli sguardi si facevano da professionisti, così pure il disinteresse.

la colonna sonora dettava la velocità. depeche mode per l’ambient, lou reed e i rem per l’intuizione, i cosi per il ritmo ma era folco orselli a dettare le strategie e a rendere le pareti da bisca.

neru non aveva idea e andava a muzzo, fuliggi si era studiato la tattica in quattro mosse ma poi si era perso nei ricordi in fondo a un bicchiere di birra, conni&, il marchettaro, conosceva le strategie ma non le sapeva tenere, anche perchè la ragazza bionda gli scombinava i piani con un sette, didg, la donna col cappello da paggio, era navigata e conosceva i suoi avversari, oh se li conosceva! come un pirata aveva naufragato nelle loro librerie ed era ferratissima sulle loro debolezze e sui loro desideri.

mai lasciarsi fregare da debolezze e desideri se si vuole vincere, sogghignò lei.

e le donne si erano aiutate. quella che sapeva di essere perdente, aveva dato una mano alla spilungona per carpirne le tattiche e la donna aveva vinto.

gli uomini stanno preparando la contromossa e studiano nuove strade. stay tuned.

Annunci

2 commenti

  1. fuliggians ha detto:

    non è andata affatto così. Mentitrice!

  2. neru ha detto:

    ah no? e come è andata caro mio? eh? come è andata caro uomo dalle casette rosse? vuoi una pecora per caso? 😀
    cmq sei un cuoco provetto! la prossima volta si bissa, me racumandi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: