l'alba dentro l'imbrunire

Home » ammissioni » pareti labili

pareti labili

e tu scrivimi se ti viene la voglia

neru.nomercy@gmail.com

oh my mood!

My Unkymood Punkymood (Unkymoods)

sveglia twittare!

fotine della neru su Flickr

c’est tout

vanité des vanités. tous est vanité et poursuite du vent. ces deux phrases donnent toute la littérature de la terre. vanité des vanités, oui. ces deux phrases à elles seules ouvrent le monde:le choses, le vents, le cris des enfants, le soleil mort pendant ces cris. que le monde aille à sa perte. vanité des vanités. tout est vanité et poursuite du vent. c'est moi la poursuite du vent.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 25 follower

per capirci

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Scrivo solo quando ho da scrivere e racconto se non posso farne a meno. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Marchi, immagini e contenuti citati in queste pagine sono dei rispettivi proprietari. Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

stattaccuorta

altri

sarà che ultimamente la notte dormo poco, sarà che le nuove case hanno le pareti di carta pesta -se ci penso mi si attorcigliano le budella: soffitti sempre più bassi, intonaci mal fatti, pareti storte e sottili, insomma tutto un gioco al risparmio per case sempre più costose- sarà quel che sarà, io la notte sento strani rumori.

che poi a me piace fare il voyeur dei vicini. se sei da solo e stai in silenzio, senti i discorsi, i litigi, le discussioni, le telefonate e non è brutto. insomma ti fanno compagnia e tu puoi fare per un po’ i fatti degli altri senza pensare ai tuoi e ridertela anche.

ecco poi magari penso che anche gli altri, allo stesso modo, si fanno i cazzi miei e allora c’è poco da ridere…

comunque -per ritornare a me- io sono lì che scrivo e, anche se sono concentrata, sento.

solo che a volte ti viene l’invidia.

ieri sera, per esempio, i rumori si sono trasformati in ululati e non la finivano più.

però devo dire che -a parte nell’esatto momento in cui ho pensato: ecchec loro sì e io no?- non ho imparato niente di nuovo e non mi sono nemmeno divertita.

che dite, la prossima volta applaudo ugualmente?

sì però lei faceva finta!

Annunci

6 commenti

  1. fuliggians ha detto:

    “ieri sera, per esempio, i rumori si sono trasformati in ululati e non la finivano più.
    però devo dire che -a parte nell’esatto momento in cui ho pensato: ecchec loro sì e io no?- non ho imparato niente di nuovo e non mi sono nemmeno divertita.”

    in effetti gli ululati non è che abbiano quel grande valore comunicativo, o meglio, lo hanno ad un livello molto embrionale!!
    Ti ci vorrebbe una webcam per imparare qualcosa seriamente, oppure potresti imparare a farti i fatti tuoi, spioncella!!
    😛

    almeno hai preso i tempi? Potrebbe risultarne un bel post morbosetto!

    ps: il tuo post ci insegna che “l’invidia del pene” allora non è solo una cosa maschile! (ma quanto sono simpatico…)

  2. neru ha detto:

    esatto fuliggi, non è solo una cosa maschile ma diciamo che è un po’ diversa.
    oh, i fatti miei mai!
    cmq cipi oggi mi ha ripreso perchè dice che sono di nuovo monotematica! miii ma chevelodicoafare?!

  3. coltrane ha detto:

    per la lettura del post, come sottofondo, consiglio “sabato” di gaber.

  4. neru ha detto:

    noto con immenso piacere che gaber impazza qui! siamo un po’ tutti gaberofili???? eheheh.
    coltri ma io non conosco quella canzone e non l’ho trovata! ché me la linki??? grassie.
    mò preparo un post sulla democrazia e gaber, ma caro coltri prima devo parlare delle chicken’ five… ne sai qualcosa??? ahahah!

  5. Elis ha detto:

    non vorrei essere puntigliosa ma…
    veramente, l’invidia del pene è puramente femminile: trattasi di sentirsi private di qualcosa che anche noi donne avremmo dovuto avere.

  6. neru ha detto:

    dai elis! in fondo abbiamo tante altre cosette che ci incasinano di più la vita! per me è solo quella l’invidia. sai quanti impicci di meno?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: