incipit

mai dire mai.

lo so che non esistono gli avverbi adolescenziali e lo dovevo sapere quando ho comentato il post di mas, un ragazzo che ha fatto della semplicità il suo punto di forza, accidenti a lui. ha semplicemente suggerito indirettamente che era arrivato il mio momento e io ho risposto: nossiamai. e infatti. eccomi qui.

ma perchè?

ho cambiato in parte lavoro e questo non mi consente di scrivere stupidate tutti i giorni. dunque, ho bisogno di un esercizio catalizzatore.

negli ultimi sei mesi, ho vissuto due dolori e alcune fortune. una di queste è stata incontrare mitile ignoto, ‘na cozza insomma ma ‘na cozza lirica come ama definirsi. con lei ho scoperto che il tempo perso al lavoro è quello più proficuo. e soprattutto ho reinterpretato una strofa di battiato.

“…e il mio maestro m’insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunireeee…”

l’ho cantata per anni a squarciagola pensando che mi volesse dire com’è difficile cercare l’impossibile e l’assurdo. mitile ignoto mi ha guardato, mi ha sorriso e ha detto: sai mi piace quella canzone, l’ho ascoltata con mio figlio e quando mi ha chiesto cosa voleva dire gli ho risposto che è difficile ma non impossibile trovare un inizio dentro una fine.

stonk.

ok, ho detto. allora, adesso, hic et nunc, proprio ora proprio qui a cavallo di due anni, alla fine del 2007 e all’inizio del 2008, ora e ancora voglio trovare un inizio per ogni fine che c’è stata, che c’è e che ci sarà, perchè: i will survive. ma questa è un’altra storia.

Annunci

12 pensieri su “incipit

  1. bè, le tue risposte ficcanti mi lasciano sempre senza parole, bello mio!

    …i got a family / and i drink cups of tea…
    this is my face, my body, my mind, my brain, and i use mouthwash…

  2. Sabato sera, ormai -2 al mio compleanno,io, Elis, inizio una sana e seria nerumaratona.

    Un buon inizio per conoscerti un po’ meglio, ma nonostante questo penso che possa dirti, con sincera sincerità, che ci tengo a te.

  3. sabato notte. e ricordo altre notti a scrivere su altri blog. ricordo la meraviglia e il piacere di conoscersi attraverso i commenti. ricordo altre maratone. ma ora è qui che con stupore ed emozione assisto a una nuova maratona e mi si riempie il cuore di gioia.
    e spero che lo stupore -che in altri contesti ci ha allontanati tutti- si tramuti in possibilità e felicità. siamo gli angeli, no? 😀
    benvenuta elis.

  4. Grazie del benvenuto, è stato molto accettato, in risposta a quello che hai detto ho rispolverato vecchi archivi e… e leggiti il mio ultimo post. E il commento, anche.

    Riguardo al mai dire mai, ti riporto una vecchia frase uscita fuori dai quei vecchi archivi:
    “Le parole “sempre” e “mai” andrebbero cancellate dal vocabolario, non hanno senso: l’uomo è effimero -come una rosa-, non dura in eterno, dunque l’eterno non lo può nemmeno promettere.”

  5. non ci stai più nelle mutande eh?
    dai! dai la data che vinello e ammennicoli vari ci aspettano dal fulì.

    ma mi stai dicendo qualcosa? flashforward lì dovetutto è iniziato? sai che mi spaventano gli inizi e mi straziano le fini! vabbè per fortuna posso sempre dire straziami ma di baci saziami…non succede mai! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...